23 January, 2021, 22:47

Wolfgang Van Halen, il figlio di Eddie Van Halen: “mio padre era un ottimo chitarrista ma un pessimo insegnante”

Wolfgang William Van Halen, figlio di Eddie Van Halen -storico chitarrista dell’ominimo gruppo hard rock statunitense deceduto proprio qualche mese fa- ha recentemente pubblicato il suo primo singolo dal progetto solista “Mammoth WVH“. L’ex bassista dei Van Halen, naturalmente, non poteva non approfittare del momento per rendere ancora una volta omaggio a suo padre Eddie.

La tragica morte del co-fondatore dei Van Halen

Lo scorso 6 ottobre purtroppo, come ben sapete, il mondo del rock ha pianto per la morte di uno dei più grandi chitarristi della storia della musica: Eddie Van Halen. Il co-fondatore della band omonima, infatti, dopo una lunga battaglia contro un tumore alla gola diagnosticatogli nel 2000, si è lasciato andare definitivamente al St. John Hospital di Santa Monica. Una cosa è però certa: Eddie Van Halen -per metà statunitense, per metà olandese- sarà ricordato per sempre per le sue immense qualità, per aver perfezionato la tecnica del tapping e, naturalmente, per aver scritto pagine indelebili nella storia dei Van Halen.

Wolfgang Van Halen, il figlio di Eddie Van Halen: “mio padre era un ottimo chitarrista ma un pessimo insegnante”

C’è però -secondo suo figlio Wolfgang- qualcosa che ad Eddie proprio non riusciva: insegnare. Durante una recente intervento per il programma “The Afternoon Program” alla stazione radio 102.9 The Hog, l’ex bassista dei Van Halen e dei Tremonti (band heavy metal formata nel 2001 per iniziativa del chitarrista e cantante Mark Tremonti) ha spiegato:

“In realtà non è stato lui ad insegnarmi a suonare la chitarra, ho imparato da solo -ha ammesso Wolfgang Van Halen, figlio dell’iconico Eddie Van Halen- e, se proprio devo dirla tutta, era un pessimo insegnante. Si, insomma, mi ha insegnato solo a fare qualche accordo di quinta, tutto il resto l’ho imparato da solo. Gli chiedevo come suonare qualcosa, ma lui passava da A a B in un secondo, suonava e mi diceva: “ecco, così. Ora fallo tu”. Io gli sorridevo e gli dicevo semplicemente “ah, okay…”. La verità è che per lui era tutto così facile, gli riusciva naturale.”

L’ex bassista dei Van Halen e dei Tremonti: “quando sei un genio così grande è difficile trasmetterlo agli altri”

Il bassista ha poi paragonato suo padre Eddie Van Halen -storico chitarrista della band omonima deceduto lo scorso 6 ottobre- al fisico Albert Einstein:

“Immagino sia la stessa cosa che è avvenuta con Albert Einstein. C’è un detto che recita: ‘quando sei un genio così grande, è difficile trasmetterlo agli altri’.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)