gtag('config', 'UA-102787715-1');

Zombie: 5 curiosità sul capolavoro dei Cranberries

Zombie, la canzone più rappresentativa dei Cranberries

Il più grande successo di sempre della band irlandese e sicuramente la canzone più rappresentativa dei Cranberries. Zombie è una canzone incredibilmente bella e importante, eccezionale e essenziale in ogni periodo storico. Il capolavoro della band datato 1994 ha vinto – non per caso – l’MTV Europe Music Award nel 1995 nella categoria Canzone dell’anno. Abbiamo deciso di raccogliere cinque curiosità su questo brano, in quelli che sono giorni particolarmente difficili per i fan di Dolores O’ Riordan e dei Cranberries.

La storia e i riferimenti del testo

La canzone fu realizzato in un periodo storico particolarmente difficile per la storia del Nord Irlanda; mentre i Cranberries tenevano un tour, due ragazzi (Jonathan Ball e Tim Parry) rimasero uccisi in un attentato dell’IRA a Warrington, in Inghilterra.

Per quanto riguarda la storia e i riferimenti del testo, la canzone richiama gli avvenimenti della rivolta di Pasqua del 1916. In realtà, però, la O’ Riordan che scrisse il testo voleva riferirsi solo alle morti di Warrington«Zombie fu scritta nello stesso periodo della bomba di Warrington nel Regno Unito. Non riguarda veramente l’Irlanda del Nord. Riguarda un bambino che è morto per colpa della situazione dell’Irlanda del Nord.»

Le affinità con The Town I Loved So Well

Per quanto riguarda il testo del brano, sono state riscontrate molte affinità  con The Town I Loves So Well, di Phil Coulter. Il brano, del 1973, è stato dedicato alla città nordirlandese di Derry. Il luogo fu l’epicentro di tantissimi scontri, nonchè sede del tragico Bloody Sunday, dove rimasero uccise 14 persone. In entrambi i testi sono presenti riferimenti a bombe e carrarmati, anche se le visioni politiche dei due brani sono differenti.

I sentimenti di Coulter sono di natura repubblicana, mentre sullo sfondo della canzone scritta da Dolores O’ Riordan non esiste una vera e propria considerazione politica. La stessa leader della band ha dichiarato di aver pensato soltanto alla morte di un bambino durante l’attentato di Warrington.

Canzoni contro la guerra, una tradizione radicata nella storia della musica

Zombie rientra a far parte di una tradizione radicata nella storia della musica e, allo stesso tempo, vitale per la musica stessa. Si tratta della tradizione delle canzoni contro la guerra, scritte in occasione di un momento drammatico e che richiamano quel momento stesso. Nel caso dei Cranbierries stessi, questa è la prima canzone a sfondo politico che sia stata realizzata dalla band, in netta controtendenza con tutti gli altri brani.

Spesso questa canzone è stata associata a capolavori Sunday Bloody Sunday di John Lennon e U2. Si tratta di canzoni dedicate ai Troubles, in riferimento alla “guerra a bassa intensità”, il conflitto nordirlandese.

Il videoclip del brano

Nel videoclip di Zombie viene mostrata Dolores O’ Riordan completamente dipinta con una tinta del tutto dorata. La donna è circondata da bambini, così come nell’immagine classica di San Sebastiano. Nel videoclip originale del brano a queste scene si alternano quelle di vita quotidiana, come l’occupazione militare britannica. Tuttavia, ne esiste anche una differente, creata per essere distribuita nelle televisioni britanniche: in quest’ultima non esistono scene militari.

La cover dei Bad Wolves

Una nota particolarmente suggestiva che riguarda Zombie dei Cranberries è la cover del gruppo metal statunitense Bad Wolves. La suggestività è data dal fatto che questa cover è particolarmente legata alla morte di Dolores O’ Riordan; la cover dei Bad Wolves c’è stata, infatti, nel 2018 e inizialmente prevedeva la presenza vocale della stessa cantante della band irlandese.

La O’ Riordan si trovava a Londra per effettuare le fasi di registrazioni quando è stata trovata morta all’interno della sua vasca da bagno; i Bad Wolves non hanno comunque desistito dal loro iniziale intento. La cover della metal band presenta un testo leggermente modificato e un video che richiama l’originale.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.