Motley Crue: quella volta che Tommy Lee fu arrestato con sei spogliarelliste in macchina

I Motley Crue, nati a Los Angeles nel 1981, nella loro lunga ed intensa carriera, hanno venduto più di 100 milioni di album nel mondo, ottenendo ventidue dischi di platino e dieci d’oro. Tra trasgressioni, accuse di ogni genere, messaggi diseducativi e problemi con alcool e droghe, “i padrini del Glam Metal” sono tra le band più trasgressive al mondo. Il film-documenario The Dirt, poi, non ha fatto altro che alimentare voci e leggende sulla band americana. Uno dei più ribelli dei Motley Crue è sicuramente Tommy Lee – batterista e co-fondatore dell’hair metal band.

Quella volta che Thomas Lee Bass rischiò di morire

Thomas Lee Bass, infatti, più e più volte ha rischiato di morire nella sua lunga e travagliata vita. Una volta, mentre stava facendo skydiving col suo istruttore, ha rischiato seriamente di precipitare: “Ho sentito ‘oh merda’, mi sono girato e ho visto che il paracadute era bloccato. Mentre lui tirava le corde e combatteva – ha raccontato Tommy- ho pensato ‘ecco, questa è la fine.’ Tuttavia il batterista, nonostante le avversità, non perde mai il suo ottimismo: “Ho una particolare attitudine che mi spinge a pensare ‘non posso farci nulla ormai, quindi mi godo la caduta fin quando non tocco terra.”

Sammy Hagar: “Tommy Lee si metteva sempre nei guai”

Che il batterista greco naturalizzato statunitense sia una testa calda è ormai cosa ben nota. Recentemente, però, l’ex frontman dei Van Halen Sammy Hagar, ha avuto una lunga conversazione con Lance Armstrong per il suo Podcast e ha raccontato un aneddoto sconosciuto su Tommy Lee.

“Ricordo ancora la prima volta che Tommy venne a Cabo, in Messico, per uno dei suoi soliti compleanni esagerati. Era il cinque ottobre se non erro, di molti anni fa. Forse quindici. Ricordo sicuramente che era ancora nei Motley Crue.” Ha spiegato il cantante americano Sammy Hagar, aggiungendo: “Un giorno Tommy noleggiò questa limousine bellissima e in verità non so manco dove cazzo l’avesse trovata, perché all’epoca erano difficili da trovare. Arriva nel mio locale con queste cinque o sei pollastrelle e iniziamo a suonare, mangiare e a divertirci. Poi, dopo un po’ mi chiamano e mi dicono che Tommy era stato arrestato!”

Sammy poi, concludendo il discorso, ha raccontato: “Non so cosa cazzo sia successo in verità. Ma sai quando giri in limousine con cinque o sei spogliarelliste con le tette al vento, non passi certo inosservato. Alla polizia non importa tanto quello che fai, ma se riescono a estorcere un po’ di grana lo fanno. Così è andata, si è messo nei guai con la polizia. A dire il vero Tommy, in un modo o in altro, era sempre nei guai.”

Lo storico batterista dei Motley Crue,Tommy Lee, ha sempre amato 3 cose in particolare: la musica, le droghe e le donne. Il musicista ha avuto tantissime relazioni con tantissime donne diverse, tra cui: Pamela Anderson, Jesse Jane, Carmen Electra, Jenna Wilson, Victoria Silvstedt, Erin Nass e tante altre ancora. Dal 2017, invece, è in coppia fissa con la star di internet Brittany Furlan: i due si sono anche sposati recentemente. Che sia la volta buona per Lee?

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)