26 settembre 2021 07:49 domenica

Perchè i Rolling Stones si chiamano così?

I Rolling Stones di Mick Jagger, Keith Richards, Ronnie Wood e Charlie Watts, sono una delle band più importanti della musica rock e non solo. Era il 1962 quando Alexis Korner, insieme al suo gruppo, dovette rifiutare un’esibizione al Marquee a Londra, in quanto impegnato con una registrazione televisiva negli studi della BBC. Lo stesso Korner chiese a Brian Jones, uno dei membri fondatori del gruppo, di sostituirlo. E’ in questa occasione che la band utilizzerà per la prima volta il nome con cui oggi noi li conosciamo, ma perchè i Rolling Stones si chiamano così? Scopriamolo insieme.

La storia del perchè i Rolling Stones si chiamano così

In realtà, il primo nome del gruppo in occasione del concerto al Marquee a Londra fu “Rollin’ Stones”, leggermente diverso da come poi è diventato. La proposta arrivò da Brian Jones, che si ispirò ad una vecchia canzone di Muddy Waters dal titolo “Rollin’ Stone”. Fin dalle prime canzoni suonate durante quel concerto, fu possibile capire le potenzialità di una band che avrebbe ben presto fatto la storia.

Il brano di Muddy Waters è un singolo blues pubblicato il 1950 dalla Chess Records, per la durata di tre minuti. Il brano venne registrato a Chicago, nello stesso anno della sua pubblicazione. Una particolarità di questa canzone fu il non aver mai raggiunto nessuna classifica nazionale al tempo, ma Still a Fool, altro brano di Waters che presentava la stessa melodia e arrangiamento di Rollin’ Stone, raggiunse il nono posto nella classifica Billboard R&B. Nel 2000, Rollin’ Stone fu onorata con un Grammy Hall of Fame Awards. Mentre nel 2004 venne inserita nella classifica delle 500 migliori canzoni secondo la rivista Rolling Stones, nella posizione 459.

Nuovo album della band

I Rolling Stones potrebbero tornare sul mercato con un nuovo album. Dopo i recenti problemi di salute del frontman Mick Jagger, gli Stones sono pronti a riprendersi le scene musicali, senza alcuna intenzione di fermarsi. Gli Stones sono carichi e vogliono, ancora una volta, scrivere pagine indelebili della storia della musica con un nuovo, inedito, album. In una recente intervista per il giornale tedesco Spiegel, il musicista dei Rolling Stones Ronnie Wood ha parlato del futuro della band: “Il nostro prossimo album è quasi terminato, lo stiamo completando tassello dopo tassello come fosse un puzzle. Speriamo di farlo uscire nel 2020 e completare il nostro tour mondiale.” Il nuovo album degli Stones arriva dopo Blue & Lonesome, ultimo lavoro della band risalente al 2016.

Share