13 June, 2021, 10:56

Rolling Stones, quali sono le canzoni preferite di Keith Richards?

Non ci sono molte figure nel panorama del rock’n roll britannico che riescono a raggiungere l’importanza di Keith Richards, il chitarrista dei Rolling Stones. La maggior parte di essi infatti è deceduta o si è ritirata, pochi sono i chitarristi ancora vivi (uno di questi è Brian May). Ma nel 2015, il chitarrista bluesrock ha raccontato quali sono le sono canzoni preferite, quelle che terrà per sempre dentro di sé. Ecco che il chitarrista ispiratore del look del personaggio di Jack Sparrow (impersonato al cinema da Johnny Depp) ha raccontato qualcosa di molto personale. Vediamo ora quali sono le canzoni preferite di Keith Richards. Curiosi? Noi lo siamo.

AVIDO CONSUMATORE DI BLUES

A Richards è stato chiesto di immaginarsi su una terribile isola deserta, dotata di pochi oggetti indispensabili. Fortunatamente, l’isola ha un jukebox riempito con le otto canzoni che proprio Keith Richards ha scelto. Ma andiamo con ordine. I Rolling Stones sono sempre stati degli avidi consumatori e ascoltatori di blues, tutti, nessuno escluso, da Mick Jagger a Brian Jones fino, ovviamente a Keith Richards. Ecco il motivo per cui riuscire a fondare il genere del bluesrock britannico negli anni Sessanta e in Gran Bretagna praticamente nessuno faceva quello che suonavano loro. Da quegli anni, i Rolling Stones sono sempre rimasti in questa zona musicale, senza mai tradire i loro principi originari e senza deludere quasi mai i loro fan.

L’IMMAGINE RIBELLE DI KEITH RICHARDS

Keith Richards è stato per lungo tempo l’immagine del chitarrista ribelle, definendo la figura del rocker maledetto. Sembra che questo mood di ribellione fosse nel suo sangue fin dall’inizio della sua vita. A Richards non piaceva per nulla andare a scuola e la materia che odiava con tutto il cuore era la matematica e la scienza, tanto da essere bocciato a scuola. Da quel momento cominciò la nascita del Keith Richards che conosciamo oggi. L’immagine nel mondo del rock era, ed è ancora oggi, quasi tutto. Anche i nipoti, secondo il caro vecchio nonno Keith, hanno ereditato, a sua detta, il suo carattere ribelle e molto trasgressivo. Ecco perché a Richards piacque sempre il blues, un genere nato dalla protesta dei neri in America.

LE CANZONI PREFERITE DA KEITH RICHARDS

La prima scelta per il chitarrista è stata per lui quasi scontata: un pezzo di Chuck Berry intitolato Wee Wee Hours. Chuck Berry è da sempre l’ispirazione musicale più grande di Keith Richards e da lui ha imparato quasi tutti i trucchi del mestiere. Altri famosi bluesman molto amati dal Nostro sono Nat King Cole e Robert Johnson. Il secondo pezzo del cuore è un brano di Hank Williams, intitolato You Win Again di Hank Williams. Keith Richards ha ammesso che non avrebbe mai potuto vivere senza Hank Williams. Un altro nome importante del suo cuore è Aaron Neville con il pezzo My True Story, seguito da quello di Freddie Scott con il brano Are You Lonely For Me ed Etta James (Sugar On The Floor). Ma non c’è solo blues.

NON SOLO MUSICA BLUES

Keith Richards ha anche segnalato un pezzo reggae: “Extra Classic” di Gregory Isaac. Si tratta di un artista degli Settanta che ha vissuto in Giamaica e ha avuto una grande influenza del panorama musicale britannico. Altri pezzi molto amati dal nostro chitarrista sono due, molto diversi tra loro. Uno è Nigel Kennedy and the English Chamber Orchestra con un brano che ha un riferimento all’Italia. Il loro pezzo si intitola Spring from Vivaldi’s Four Seasons ispirato, come dice il titolo, al compositore Antonio Vivaldi. Richards ha ammesso di essere un fan di Mozart, ma questo pezzo è particolarmente speciale. L’ultimo pezzo è di Little Walter, Key To The Highway, nel caso si dimenticasse dove era l’autostrada nell’isola deserta. Queste sono canzoni preferite di Keith Richards.

Share