21 settembre 2021 16:17 martedì

Le 5 band rock che hanno cambiato il mondo

In questo tipo di classifica è sempre molto soggettivo dire quali siano le 5 band rock che hanno cambiato il mondo. Ovviamente alcuni nomi sono necessari da inserire e non possono che essere le due band simbolo degli anni ’60: i Beatles e i Rolling Stones. Nonostante i Rolling Stones abbiano continuato a suonare e cantare insieme, non si può dire lo stesso dei Beatles. Ma comunque, quali sono le 5 band rock che hanno cambiato il mondo? Ovviamente ribadiamo che si tratta di una classifica molto personale e aperta a molte altre posizioni. Dire solo 5 artisti è impossibile, lo sappiamo bene. Ma ci proviamo comunque.

I QUEEN DI FREDDIE MERCURY

Non potevano non essere presenti in questa classifica e i motivi sono davvero i più diversi. Potremmo parlare un mese solamente della vocalità e del timbro di Freddie Mercury che viene considerato uno dei più iconici e belli della storia del rock. Le sue capacità di frontman si univano a quelle tecniche degli altri componenti, assolutamente straordinarie. Dalla chitarra speciale di Brian May, al basso fantastico di John Deacon fino alla super batteria di Roger Taylor. E che dire di brani quali Another One Bites the Dust, I Want to Break Free, Innuendo, Bohemian Rhapsody, We Are The Champions e We Will Rock You?

I VELVET UNDERGROUND DI LOU REED

Se li conoscete solamente per la celebre copertina con la banana di Andy Warhol siete un po’ sciocchi, ve lo dobbiamo dire. Potremmo parlare per un altro mese di Lou Reed, il creatore del gruppo insieme al musicista d’avanguardia John Cale. Lou Reed viene considerato uno dei fondatori dell’immagine del rocker con occhiali neri da sole, jeans slavati e giacca di pelle. E pensare che la vocalità di Lou Reed non è certo quella di Freddie Mercury, anzi. Eppure il gruppo ha dimostrato di poter comunicare in maniera incredibile pur avendo una vocalità meno appariscente di altri. E non diciamo neppure che i Velvet Underground son stati fondamentali per la nascita del punk, del glam rock, della new wave, del noise rock e molti altri. Come dimenticare i testi del gruppo, molto diretti e per sconvolgenti per l’epoca.

I PINK FLOYD DI WATERS, GILMOUR, MASON, BARRETT, WRIGHT

Qui è difficile dire un nome unico e simbolo dei Pink Floyd data la particolarità del loro genere musicale. Non c’è dubbio che il gruppo sia il nome più famoso e con il maggior successo di pubblico del genere progressive rock. Le atmosfere dei Pink Floyd le conosciamo e i pezzi come Wish You Were Here e Another Brick in The Wall sono tra i più famosi della storia del rock. E dimenticavamo l’assolo più bello della storia secondo diverse guide musicali, quello nella canzone Comfortably Numb. Basta. Ci fermiamo qua.

I DIRE STRAITS DI MARK KNOPFLER

In un momento storico in cui il punk era ovunque, come riuscire ad affermarsi con un genere di rock elegante, tecnico e particolare? Semplice, basta essere Mark Knopfler. Anche qui siamo di fronte ad un gruppo straordinario con quella chitarra fantastica del suo frontman autore di pezzi leggendari. La band è passata da brani romantici ed elegantissimi come Romeo & Juliet ad altri molto più decisi e particolari come Money For Nothing. Consiglio: se volete imparare a suonare la chitarra, non copiate Mark Knopfler. Non è l’approccio più semplice.

Share