18 settembre 2021 01:18 sabato

Le 5 canzoni rock più tristi di sempre

La musica, da sempre, ha un grande impatto sul nostro umore e sulla nostra mente. Ascoltare un determinato genere in un particolare momento della giornata può cambiare davvero le cose. Quando siamo arrabbiati, ad esempio, ascoltare musica allegra potrebbe cambiare la visone delle cose e farci stare meglio, stesso discorso per quando siamo tristi o giù di morale. Andiamo quindi a scoprire le 5 canzoni rock più tristi di sempre.

Motorhead – 1916

Certo, difficilmente la malinconia può essere associata al metal, eppure in questo brano così profondo e significativo i Motorhead sono riusciti a trasmettere appieno questo sentimento. Il brano 1916, estratto dall’omonimo album del 1991, è estremamente toccante: racconta, infatti, di tutti quei soldati che hanno trovato la morte durante la seconda guerra mondiale.

Rammstein – Nebel

In questa speciale classifica delle 5 canzoni rock più tristi di sempre non potevano certo mancare i Rammstein. Il brano Nebel, estratto da uno degli album di maggior successo della band “Mutter”, è estremamente toccante e commovente. Il testo della canzone, infatti, racconta di una coppia in riva al mare: la donna però non riesce a trovare le parole per dire al compagno che è malata e che è giunta la sua ora, e si limita a chiedere un ultimo bacio, prima di lasciarsi andare tra le sue braccia.

Nirvana – Negative Creep

Difficile non coinvolgere i Nirvana in questa speciale classifica. Il brano in questione, Negative Creep, è estratto dall’album d’esordio della band Bleach, pubblicato nel 1989. La traccia, scritta dal frontman della band Kurt Cobain, è abbastanza autobiografica: Cobain, parlando di se stesso, si descrive come un individuo “negativo e disgustoso”. E, successivamente, fu lo stesso Kurt ad ammetterlo durante un’intervista: “Si, mi reputo una persona estremamente negativa e pessimista.”

Red Hot Chili Peppers – Otherside

Ecco un altro brano da inserire obbligatoriamente in questa speciale top 5: Otherside dei Red Hot Chili Peppers. Il brano, estratto dal celebre album del 1999 Californication, è un omaggio all’ex membro della band Hillel Slovak, morto di overdose nel 1988. Questa canzone dei Red Hot, diversamente da altre ben più movimentate, è a dir poco straziante.

Metallica – Nothing Else Matters

E, dulcis in fundo, un iconico brano dei Metallica. Il singolo Nothing Else Matters, estratto dal quinto album in studio intitolato ‘Metallica’, è nato come una semplice ma struggente canzone d’amore. Nonostante il significato del testo sia piuttosto semplice (‘non importa la distanza fisica, i cuori di due innamorati non saranno mai troppo lontani e tutto il resto non importa.’), è riuscito comunque a raggiungere i cuori di milioni di appassionati di musica.

Share