18 settembre 2021 00:22 sabato

Le cinque passioni più grandi di Freddie Mercury

Nel corso degli anni abbiamo imparato a conoscere Freddie Mercury attraverso tutti i possibili ambiti, che hanno permesso a tutti di conoscere il carattere e la personalità del leader dei Queen nel dettaglio; molto è stato dovuto da quei commenti e quelle dichiarazioni rilasciate da amici, parenti o persone molto vicine al britannico, che hanno contribuito alla diffusione di informazioni che altrimenti non sarebbero mai state scoperte. Vogliamo parlarvi, alla luce di tutto ciò, delle cinque più grandi passioni di Freddie Mercury, che non raramente si sono manifestate nella sua vita e che hanno contribuito alla formazione di una personalità di grandissimo livello.

La grande passione di Freddie Mercury per le carpe koi

La prima delle cinque passioni di Freddie Mercury di cui vi facciamo menzione è quella per le carpe koi, pesci giapponesi di cui era incredibilmente appassionato. Le carpe, nella cultura giapponese, sono possedute da persone molto facoltose, che hanno la possibilità economica di inserirle all’interno di piccoli laghetti privati e annessi alla propria abitazione.

Al termine della morte di Freddie Mercury, Mary Austin diede in “affido” gli 84 pesci rossi amati dal britannico, rivolgendosi alla prestigiosa Clifton Nursery di Mike Miller. Purtroppo per lei, però, uno degli addetti al servizio si era dimenticato di riattaccare la pompa per l’alimentazione e l’ossigeno delle carpe, che trovarono tristemente la morte. Si stima che la collezione di Freddie Mercury avesse un valore di circa 500mila dollari.

La passione di Freddie Mercury per i gatti

Da un animale all’altro, se è stata citata la passione di Freddie Mercury per le carpe koi non si può fare certamente a meno di citare quella per i gatti, che viene continuamente mostrata anche all’interno del biopic Bohemian Rhapsody. Il leader dei Queen ha sempre avuto tantissimi gatti – fino a 10 contemporaneamente – ed era in grado di riconoscerli nonostante il loro grande numero. Tra i tanti gatti da lui posseduti ricordiamo Delilah, Goliath, Romeo, Lily, Oscar, Tom, Jerry, Tiffany e Miko. A proposito di Delilah, al micio speciale è dedicato l’omonimo brano contenuto all’interno di Innuendo.

L’amore per il Giappone e per i suoi motivi ornamentali

In una delle ultime interviste che siano mai state realizzate a Freddie Mercury ci si può rendere conto di quanto importante fosse il rapporto tra il cantante dei Queen e il paese del Sol Levante, di cui amava la cultura, i sapori, gli odori e soprattutto i motivi ornamentali. Insomma, al di là delle singole componenti, Freddie Mercury aveva una grandissima passione per il Giappone. 

Ogni suo viaggio si trasformava in un’occasione per comprare tantissimi oggetti giapponesi. Nel 1986, ultima volta in cui Freddie fu intervistato, queste furono le sue compere: “Ho comprato un sacco di bracieri, stavolta. I miei amici hanno detto: “Per quale motivo li hai comprati?”. Ne ho presi 20 o 30 pezzi… Inoltre, ho comprato molte altre cose. Quadri, kimono, bauli… Hai visto la mia lista per la spedizione? È di 9 o 10 pagine!” 

La passione per il cinema e le ispirazioni di Freddie Mercury

Quarta tra le cinque passioni che hanno da sempre definito Freddie Mercury è quella per il cinema, che si è tramutata in un’occasione per riprendere e utilizzare, ampliare e servirsi di temi, costumi e tanto altro ancora. E’ stato Peter Freenstone a raccontare quali siano stati i film che più l’hanno ispirato: “Tutti sanno a proposito di “A qualcuno piace caldo”. Ci sono un paio di altri che guardava spesso. Uno era “Donne”, regia di George Cukor, l’altro era il film con Lana Turner, “Lo specchio della vita”. Amava il primo per via delle battute, i commenti pepati non-stop e il secondo perchè compariva Mahalia Jackson nelle scene di chiusura! Freddie non pensò mai a se stesso come attore. Era molto felice di essere coinvolto nei videoclip, ma quella era tutta finzione, non recitava seriamente.”

La passione di Freddie Mercury per la pittura

Prima di essere un cantante eccezionale, Freddie Mercury è stato anche un grande artista che è riuscito a conciliare la sua grande passione con un impegno e una professionalità che gli erano riconosciuti. La carriera burocratica cui aspiravano i suoi genitori non fu mai oggetto del suo interesse, e le sue passioni furono sempre rivolte verso altro. A proposito della passione per la pittura di Freddie Mercury, basti considerare che il leader dei Queen disegnò il logo della band con il suo stile caratteristico. 

Share