23 settembre 2021 05:07 giovedì

5 volte in cui Freddie Mercury ha “salvato il mondo” con la sua voce

Freddie Mercury era uno di quegli artisti più unici che rari. Un performer talentuoso e carismatico, capace di vivere musica e arte a 360°. E’ soprattutto per la sua capacità di dominare il palco e connettersi in modo profondo con il pubblico che i Queen sono diventati la leggenda che sono ancora oggi. Freddie Mercury ha in un certo senso “salvato il mondo” con la sua voce. Vediamo in questo articolo i 5 momenti più importanti nella carriera di Freddie Mercury come cantante dei Queen.

QUEEN, DAL LIVE AT WEMBLEY AL LIVE AID: IL MITO DI FREDDIE MERCURY

Non che Freddie Mercury e i Queen fossero stati dimenticati, ma è fuori discussione che dopo l’uscita del biopic musicale Bohemian Rhapsody, la band britannica abbia ingrandito notevolmente la propria fan base. Brian May e Roger Taylor godono ancora di questo momento magico, portando i grandi successi della loro carriera in giro per il mondo con Adam Lambert. E Freddie Mercury – nonostante il dolore di una morte prematura – ha consolidato un mito più intramontabile che mai.

Bohemian Rhapsody ripercorre vita e carriera dei Queen dall’anno della loro formazione – nel 1970 – all’iconico Live Aid del 1985. Il vincitore premio Oscar, Rami Malek, interpreta in modo magistrale e impeccabile un Freddie Mercury sensazionale ma anche vulnerabile, umano. Nonostante le numerose critiche riversatesi sulla pellicola – da parte di chi ha riscontrato mancanze o edulcorazioni – Brian May e Roger Taylor hanno sempre risposto che Bohemian Rhapsody parla solo della verità.

LIVE AT WEMBLEY, 1986

Il 12 Luglio 1986 i Queen – capeggiati da Freddie Mercury – si esibiscono al Wembley Stadium di Londra. Location quella, che aveva visto la band britannica fare la storia in occasione del Live Aid dell’anno precedente. Ad ogni modo, il concerto del 12 Luglio fu l’apice del tour promozionale seguito alla pubblicazione di A Kind of Magic. 

Quello al Wembley Stadium è stato un concerto epocale durante il quale i Queen hanno proposto al pubblico oceanico in ascolto i loro migliori successi. Tra medley, momenti più psichedelici e transizioni hard rock – Freddie Mercury ha incantato la folla con un’esibizione emozionante di Bohemian Rhapsody al pianoforte. Il tutto si è concluso con il cantante che – dopo il brano God Save the Queen – ha salutato i fan vestito da regina, porgendo loro una corona.

QUEEN ROCK MONTREAL, 1981

Il Queen Rock Montreal – il leggendario concerto di Freddie Mercury e soci datato 1981 – è considerato unanimemente come una delle migliori esibizioni della band britannica. Il meraviglioso live – parte del Game Tour – ha fatto registrare infatti delle cifre record. Anche durante il Queen Rock Montreal, il pubblico ha potuto ascoltare i migliori successi della band. We Will Rock Your, Somebody to Love, Love of my Life, solo per citarne tre.

Per una strana coincidenza, il leggendario concerto live si tenne il 24 Novembre 1981 – esattamente dieci anni prima della tragica scomparsa di Freddie Mercury. Fu il primo live ad essere ripreso nella versione da 35 mm. La sua versione ri-masterizzata e restaurata ha dato vita ad una delle migliori esperienze cinematografiche di un concerto della storia.

LIVE AID, 1985

Il concerto che si tenne al Wembley Stadium – in contemporanea a quello di Philadelphia – nel 1985 non ha bisogno di molte presentazioni. Freddie Mercury era appena uscito sul mercato con l’album solista Mr. Bad Guy e con i Queen c’erano contrasti e dissidi apparentemente irrisolvibili. Tuttavia Bob Geldof – organizzatore dell’evento benefici per l’Etiopia – fa di tutto per avere la band britannica sul palco.

Le attenzioni di tutti erano sugli altri artisti in scaletta, nessuno pensava che i Queen avrebbero sconvolto il pubblico del Wembley. Eppure – quel pomeriggio – l’intero stadio rimase incantato di fronte all’esibizione di Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon, che scrissero letteralmente una delle pagine più belle nella storia del rock.  Anche il biopic Bohemian Rhapsody ha ricostruito le emozioni e l’incanto di quell’indimenticabile concerto.

LIVE AT RAINBOW, 1974

Nel Novembre del 1974 i Queen – agli inizi della loro carriera – si esibiscono al Rainbow Theatre di Londra. Quel concerto evento sarà il momento che consacrerà definitivamente Freddie Mercury e soci in Gran Bretagna.

Il live al Rainbow si può definire una vera e propria pietra miliare nella carriera della band britannica, il culmine del loro primo tour da headliners. Dalla registrazione di quella storica esibizione sarebbe dovuto uscire un album live che però – a causa dell’impeto creativo dei Queen – venne posticipato continuamente.

QUEEN ON FIRE – LIVE AT THE BOWL

Il 5 Giugno del 1982 durante il tour europeo per Hot Space si tiene un concerto che conferma tutti i motivi per i quali i Queen sono una band senza precedenti. Ottima qualità del suono, sound impeccabile e la voce di Freddie Mercury che è più eccezionale che mai. Il Live at the Bowl viene ricordato soprattutto per la versione maestosa e altissima di Somebody to Love – tutt’ora uno dei più grandi e intramontabili successi di Freddie Mercury. 

 

Share