20 ottobre 2021 14:27 mercoledì

Freddie Mercury, la scienza spiega perché è il cantante migliore di tutti i tempi

Freddie Mercury è stato uno degli artisti e dei cantanti migliori dell’intera storia della musica. Ma ora, a confermarlo, è anche una ricerca scientifica condotta presso l’Università della Repubblica Ceca. Stando agli studi condotti dai ricercatori del centro infatti, il frontman dei Queen è indubbiamente il cantante migliore di tutti i tempi. Risultati supportati da un’analisi correlata della sua voce durante i live e quella durante le interviste. Scopriamo meglio le conclusioni e i dati ricavati dal team di ricercatori dell’Università della Repubblica Ceca.

FREDDIE MERCURY, IL TEAM DI RICERCA DELL’UNIVERSITÀ’ DELLA REPUBBLICA CECA

Presso l’Università della Repubblica Ceca è stato condotto uno studio mirato ad indagare le caratteristiche dell’inconfondibile voce di Freddie Mercury. Il leader dei Queen – giù indubbiamente uno dei migliori cantanti nella storia della musica – secondo le ricerche sarebbe proprio il migliore. Gli studi – condotti da un team di ricercatori austriaci, cechi e svedese – si sono concentrati su delle analisi comparate della voce di Freddie Mercury durante i live e il suo tono normale durante le interviste.

QUEEN, IL RISULTATO DELLE RICERCHE SULLA VOCE DI FREDDIE MERCURY

Lo studio chiamato Freddie Mercury – acoustic analysis of speaking fundamental frequency, vibrato and subharmonics aveva lo scopo fondamentale di verificare se effettivamente la voce di Mercury potesse coprire quattro ottave intere. Ma i risultati raggiunti sono andati ben oltre l’obiettivo prefissato. Dall’analisi correlata del team di ricercatori universitari, è emerso un altro dato sorprendente.

Sembrerebbe infatti che Freddie Mercury sia nato con una voce predisposta alle frequenze sub-armoniche. Questo stile vocale è tipico di alcuni precisi generi musicali etnici – di popolazioni come quelle dei Tuvan della Mongolia. Dalle numerose analisi è emerso inoltre che le corde vocali del cantante dei Queen si muovessero ad una velocità notevolmente superiore rispetto a quella di un altro essere umano.

QUALI CANZONI SONO STATE ANALIZZATE PER LA RICERCA SU FREDDIE MERCURY?

Per studiare a fondo la voce del cantante dei Queen, il team di ricercatori ha utilizzato il cantante Daniel Zangger-Borch, capace di riprodurre in modo piuttosto accurato e fedele la voce di Mr. Bad Guy. Ma quali sono state le canzoni utilizzate per analizzare la voce unica e inconfondibile di Freddie Mercury? I brani presi in oggetto sono Bohemian Rhapsody e Love of my Life – ballad romantica dedicata all’unica donna della vita di Freddie Mercury, Mary Austin.

I ricercatori dell’Università della Repubblica Ceca hanno constatato che il cantante dei Queen riuscisse ad emettere una frequenza di 7.04 Hz. Normalmente, un cantante riesce ad attestarsi su un vibrato che oscilla  -a seconda dei casi – dai 5.4 ai 6.9 Hz. Quale conclusione si può trarre da questa ricerca condotta sulla voce di Freddie Mercury? Sicuramente il leggendario cantante dei Queen aveva un talento innato, un dono ricevuto fin dalla nascita che non si può raggiungere con l’allenamento o lo studio.

FREDDIE MERCURY, LE CONCLUSIONI DELLA RICERCA

Christian Herbst, principale autore dello studio condotto sulla voce di Freddie Mercury, ha smentito chiunque sostenesse che il cantante dei Queen potesse superare le quattro ottave complete. Per Herbst, l’autore di Bohemian Rhapsody “è probabile fosse un baritono che ha cantato come tenore con un eccezionale controllo della sua voce”. 

Share