17 settembre 2021 18:02 venerdì

Joker, Todd Phillips: “Mi sono ispirato a un brano dei Led Zeppelin che ha fatto la storia”

Gli Oscar 2020 hanno rappresentato il momento in cui si sono distinte due precise tendenze, che hanno portato alla creazione di quei momenti memorabili che difficilmente saranno dimenticati nella storia della cinematografia. Da un lato l’incredibile dominio di Parasite, prodotto coreano di grandissimo livello che ha ottenuto ben quattro Statuette d’Oro (miglior film, miglior film straniero, miglior regia, migliore sceneggiatura originale), dall’altro quello che ha visto la figura di Joaquin Phoenix trionfare attraverso la sua magistrale interpretazione di Joker, all’interno dell’omonimo prodotto di Todd Phillips che è valso la vittoria del premio come miglior attore protagonista. E se vi dicessimo che tutto questo successo è stato determinato anche dai Led Zeppelin? Sono le parole di Todd Phillips a chiarirlo: vogliamo parlarvene all’interno di quest’articolo.

Il grandissimo successo di Joker agli Oscar 2020 e il ruolo di Joaquin Phoenix

Non c’è dubbio che Joker sia stato, nell’ambito degli Oscar 2020, come un prodotto rivoluzionario, che è riuscito ad ottenere un grandissimo successo e che, soprattutto, ha decretato la magistrale vittoria di Joaquin Phoenix, da tutti attesa ma comunque incredibile da vedere. L’attore portoricano, che ha cambiato la sua carriera risollevandosi dopo anni di crisi, è passato alla storia per alcune interpretazioni di grande livello, come quella di Commodo in Gladiator, quella di Theodore Twombly in Her di Spike Jonze o, addirittura, quella di Johnny Cash in Walk The Line – Quando l’amore brucia l’anima. 

Il film, prima ancora di vedere la sua proiezione, sembrava rappresentare già un successo per le sue premesse, oltre che la molto introspettiva sinossi attraverso cui si presentava:  “L’analisi sviluppata da Phillips del personaggio di Arthur Fleck, interpretato in maniera indimenticabile da Joaquin Phoenix, ci restituisce un uomo che cerca di trovare il suo posto nella società in frantumi di Gotham City. Clown di giorno, la notte aspira a essere comico di cabaret, ma si accorge di essere uno zimbello. Prigioniero di un’esistenza ciclica, tra apatia e crudeltà, Arthur prende una decisione sbagliata che innesca una reazione a catena di eventi, in questo crudo studio di personalità“.

E’ tuttavia grazie alla magistrale interpretazione di Joaquin Phoenix che il film ha ottenuto un successo incredibile, mostrandosi come un prodotto che riprende molto da quella tendenza psichica occidentale che ha creato i personaggi di Taxi Driver e Re per una notte, capolavori di Martin Scorsese. L’Oscar 2020 come miglior attore protagonista a Joaquin Phoenix ha rappresentato, dunque, la summa di una serie di considerazioni essenziali che sono valse all’attore il riconoscimento più ambito nel mondo del cinema. 

Joker è ispirato a Stairway To Heaven? Le dichiarazioni di Todd Phillips

Il tanto complesso prodotto di cui vi abbiamo parlato è frutto di una grande abilità cinematografica di Todd Phillips, che è riuscito ad estraniare il personaggio di Joker da un contesto che lo vedeva contrapposto alla figura di Batman, immergendolo nella realtà di Gotham che ha dato vita a una pellicola che in molti hanno pensato si sintetizzasse in un delirio psichico dello stesso personaggio.

Che sia realtà o finzione, il punto del nostro articolo vuole essere differente. I Led Zeppelin hanno potuto offrire un contributo nella nascita di questo capolavoro? Da quanto si evince dalle dichiarazioni di Todd Phillips, sembra proprio di sì, in quanto a ritmo: “L’ho descritto come una grandiosa canzone rock and roll, Stairway to Heaven o qualcosa di simile. Questa specie di avvicinarsi lentamente all’epilogo, con una tensione in crescita che getta le basi per qualcosa. Si tratta del modo in cui erano composte le grandiose canzoni rock di quello stesso periodo storico […] Il ritmo in ogni film è importante ed è davvero sempre intenzionale”.

Share