21 settembre 2021 16:32 martedì

Elton John e l’ultimo, emozionante, ricordo di Freddie Mercury

L’amicizia tra Freddie Mercury ed Elton John è stata probabilmente una delle più vere e sincere della storia della musica. Spulciando nel libro “Love is the Cure: On Life, Loss and the End of AIDS”, scritto da Sir Elton John nel 2013, è uscito fuori un aneddoto piuttosto interessante circa il loro storico rapporto.

La profonda amicizia tra Elton John e Freddie Mercury

Pochi mesi dopo il successo di “Rocketman”, il film incentrato sulla vita di Eltohn John, è uscita in anteprima mondiale la sua biografia, piena zeppa di retroscena e curiosità. Sfogliando questo magnifico libro, intitolato “Me, Elton John”, è uscito fuori un aneddoto piuttosto interessante: a quanto pare Freddie Mercury ha aiutato Sir Elton John ad uscire dal tunnel della droga

Nel volume, uscito in Italia con il titolo “L’amore è la cura”, il 73enne compositore britannico ripercorre il profondo legame di amicizia con Freddie Mercury: mostrando l’uomo che era realmente, al di là del suo talento musicale. Elton John, al secolo Reginald Kenneth Dwight, si è soffermato anche sulla tragica malattia che ha portato lo storico cantante dei Queen alla morte, il 24 Novembre del 1991.

“Sebbene fosse un personaggio stravagante ed un frontman sfacciato, Freddie Mercury è sempre stato estremamente riservato. Quando mi disse di avere l’AIDS, subito dopo la sua diagnosi nel 1987, ero veramente a pezzi. Sapevo benissimo cosa sarebbe successo a Freddie e lo sapeva anche lui.”

l leader dei Queen, infatti, è sempre stato molto riservato sulla sua malattia. Eppure, nonostante tutto, ha continuato ad esibirsi tranquillamente con la band e a vivere la sua vita, senza dar troppo peso a quel brutto male.

“Freddie lo sapeva. Sapeva che una brutta morte stava per arrivare. Nonostante tutto ha sempre continuato ad esibirsi e ad essere la persona divertente, estroversa ed estremamente generosa che avevo conosciuto. Avrebbe potuto trascorrere le sue ultime settimane di vita preoccupandosi solo di stare bene, invece ha sempre vissuto pensando prima agli altri che a se stesso.”

L’inaspettato regalo di Freddie Mercury

Elton John ebbe l’ennesima prova della generosità di Freddie Mercury anche dopo la sua morte. Il giorno di Natale, infatti, il postino gli recapitò un pacco: all’interno c’era un quadro di uno dei suoi artisti preferiti, Henry Scott Tuke. Il dipinto era accompagnato anche da un bigliettino, scritto proprio da Freddie: “Cara Sharon, penso proprio che questo ti piacerà. Con affetto, Melina. Buone Feste”. Sharon e Melina non erano altro che i nomi da drag queen che i due avevano inventato anni prima per divertimento.

“Ero sbalordito. Avevo 44 anni all’epoca, eppure piangevo come un neonato. C’era questa meravigliosa persona che stava morendo per colpa di un brutto male e nei suoi ultimi giorni di vita aveva trovato il tempo di farmi un pensiero per Natale.” Ricorda Sir Elton John nel libro, aggiungendo: “Per quanto possa essere drammatica, questa è una delle prime cose che ricordo quando penso a Freddie. Anche da morto mi ha ricordato quanto fosse speciale in vita.”

Share