20 ottobre 2021 15:55 mercoledì

Le rockstar che odiano i loro più grandi successi

Robert Plant odiava Stairway To Heaven dei Led Zeppelin

Potreste mai pensare che i Led Zeppelin e, in particolar modo, Robert Plant odiassero Stairway To Heaven, il più grande successo della storia della band? In tantissime occasioni vi abbiamo sottolineato come il brano sia stato oggetto di tantissime polemiche, ritorsioni, dichiarazioni e anche analisi da parte dei singoli membri della band e non solo. Insomma, il brano ha paradossalmente ottenuto una celebrità non derivata essenzialmente da discorsi artistici o culturali, ma sociali e culturali. Uno degli elementi che hanno determinato l’odio di cui vi parliamo, quindi, potrebbe essere determinato da quella serie di elementi che continuamente tendono a sovraccaricare la realtà quotidiana di Stairway To Heaven, continuamente oggetto di tantissime polemiche.

E’ stato, a voler dire il vero, Jimmy Page a parlare in passato nel brano, offrendone alcune definizioni specifiche che potessero dettare elementi di considerazione della canzone stessa. In quel caso, il celebre chitarrista britannico aveva dichiarato che «L’idea di Stairway to Heaven era quella di avere un pezzo di musica, una canzone che si sarebbe dovuta sviluppare su più strati e dovesse andare a coinvolgere diversi stati d’animo. Tutta l’intensità e la finezza dovevano servire per dare spinta al brano sotto ogni punto di vista, sia quello emozionale che musicale. Per questo la canzone continua ad aprire e ad esplorare un certo tipo di schemi.»

Da quel momento in poi, la canzone è stata oggetto di qualsiasi tipo di polemica. A partire dal plagio, che ancora vede la canzone stessa oggetto di un processo in atto in Gran Bretagna. Il processo, che si basa sulle accuse di plagio che sono state mosse proprio a Jimmy Page per l’arpeggio iniziale del brano, era stato sì archiviato nel 2016, ma dei vizi di forma riscontrati nel processo hanno reso necessaria l’adozione di uno nuovo, per poter dimostrare effettivamente la tutela del diritto d’autore. Ma non è ancora finita qui per un brano che ha anche largamente subito polemiche che riguardassero non motivi tecnici, ma la possibile natura satanista della canzone. In quel caso era stato ancora Jimmy Page a dirsi deluso di certe polemiche e teorie: «Per me è veramente triste, perché Stairway to Heaven fu scritta con le migliori intenzioni, e per quanto riguarda messaggi registrati al contrario, non è la mia idea di fare musica.»

Ultime, ma non per ordine di importanza, sono state le dichiarazioni di Robert Plant, che sembrano sottolineare come l’odio per la canzone derivi non soltanto da tutte le estreme polemiche nate a seguito della pubblicazione della canzone, ma anche dalla natura del brano stesso, che sembra essere troppo banalmente un prodotto da cerimonia: “una maledetta canzone da matrimonio”, così l’hanno definita i membri dei Led Zeppelin che, per anni, cercarono di replicare un grande successo con un nuovo prodotto, trovando consolazione solo in Kashmir.

Share