26 settembre 2021 09:11 domenica

Michael Jackson shock: “L’autopsia conferma che ha tentato il suicidio”

La morte di Michael Jackson ha sempre caratterizzato una fonte di grandissimo mistero per tutti gli amanti della musica e non solo, che si sono sempre ritrovati di fronte ad una realtà incredibilmente misteriosa e ricca di elementi che fanno pensare ad una serie di possibili soluzioni che sarebbero avvenute nel corso della storia. Fatto sta che il fatto tragico è ricco di elementi che meritano di essere presi in considerazione, e che tra avvocati, medici e altri addetti ai lavori tentano di sottolineare a distanza di tantissimi anni dalla sua morte. Una delle ultime inquietanti dichiarazioni è quella che porta a considerare alcuni elementi che non erano stati sottolineati in un primo momento della sua morte, e che riguarderebbero la condizione fisica di Michael Jackson particolarmente precaria: tagli, ecchimosi, labbra particolarmente scure, cuoio capelluto tatuato e tanto altro ancora. La maggior parte di queste macchie farebbe pensare, addirittura, ad un tentativo di suicidio da parte del King del Pop: ma si tratta di vere dichiarazioni o soltanto di un ultimo tra elementi falsi che sono stati diffusi riguardo alla figura dello statunitense? Ecco tutto ciò che c’è da sapere in merito.

Le accuse di molestie sessuali a Michael Jackson

Prima di prendere in considerazione l’oggetto del nostro articolo, che riguarda la presenza di tagli e strani segni presenti sul corpo di Michael Jackson al momento della sua morte, vale la pena sottolineare le cause che sono state riaperte da parte di due uomini che sostengono di essere stati oggetto di molestie sessuali quando erano soltanto bambini. I due, ormai quarantenni, sono i protagonisti del documentario Leaving Neverland, piuttosto discusso e tale da aver accusato il Re del Pop di aver abusato giovani ragazzi nella sua tenuta. Per questo motivo, nonostante siano state tante le polemiche che si sono diffuse nel corso degli anni e che hanno portato a credere da un lato che si trattasse soltanto di menzogne, da un lato che ci sia un fondo di verità, sono state riaperte quelle accuse legali che si scagliano contro l’ormai defunto Re del Pop.

I due uomini, James Safechuck e Wade Robson, accompagnati dalle rispettive famiglie, dalle mogli e dai genitori si sono dichiarati felici della riapertura dei casi, mentre i loro avvocati hanno dichiarato: “Siamo lieti che la corte d’appello abbia riconosciuto la forte protezione che la California ha per i bambini e non vediamo l’ora di processare questi casi in giudizio

Michael Jackson ha tentato il suicidio?

Aldilà della riapertura dei casi che potrebbero riguardare le molestie sessuali di Michael Jackson, sono emersi inquietanti elementi che riguarderebbero la condizione fisica di Michael Jackson nel momento in cui è morto, nel giugno del 2009. Secondo quanto indicato dalla autopsia, il 25 giugno del 2009 la morte di Michael Jackson ci sarebbe stata per un iniezione letale di un potente mix di farmaci antidolorifici che il King del Pop utilizzava per calmare i suoi incessanti dolori che lo tormentavano durante tutto il giorno. Dopo tanti anni, e dopo una serie di processi il suo medico personale è stato ritenuto colpevole di aver iniettato al cantante una dose letale di Propofol.

Ma dall’autopsia sarebbero emersi altri inquietanti elementi che dimostrerebbero che, in realtà, quel mix letale di farmaci antidolorifici non sarebbe l’unico elemento da prendere in considerazione riguardo agli ultimi giorni di vita di Michael Jackson. In effetti, il suo corpo era costellato da segni di punture che evidenziano l’uso smodato di iniezioni di antidolorifici: spalle, fianchi e cosce erano incredibilmente tappezzati da segni stessi, che si accompagnavano a tagli sulla schiena, ecchimosi sulle gambe e sugli stinchi e altri segni particolari, come labbra, sopracciglia e cuoio capelluto tatuati. Fin da subito, dopo l’emergere di questi fattori, si è pensato ad una possibilità che Michael Jackson avesse tentato il suicidio, data la presenza dei numerosi tagli che ne testimonierebbe però l’entità. Più verosimilmente, è possibile che i tagli sono dovuti a cadute pregresse che hanno visto protagonista Il Re del pop Durante gli ultimi giorni della sua vita. Allo stesso tempo, però, la compresenza di macchie più scure macchie più chiare unite al corpo incredibilmente magro fanno pensare ad un qualcosa di addirittura più grave.

Share