21 settembre 2021 16:40 martedì

Bono Vox, ecco perché il cantante degli U2 non voleva che il figlio facesse il cantante

Per quale motivo il cantante degli U2 Bono Vox non voleva che il figlio facesse il cantante e fosse in una band? Vediamo di indagare insieme chi è Elijah Hewson e perché la sua carriera è direttamente influenzata da quella del padre, nonostante Bono non lo volesse affatto. Si sa che spesso la mela non cade lontano dall’albero, come dice il proverbio. Nel caso di Bono e di suo figlio Elijah Hewson il proverbio è certamente rispettato. Ma non è il solo: potremmo citare i casi di Ziggy e Damian Marley, figli di Bob, oppure di Julian Lennon, il figlio dell’ex Beatle John Lennon. Dovete sapere che Elijah Hewson è il frontman della rock band, da lui fondata, chiamata Inhaler.

CHI SONO DAVVERO GLI INHALER

Gli Inhaler sono una band di Dublino composti da Josh Jenkinson alla chitarra, Rob Keating al basso, Ryan McMahon alla batteria e ovviamente Elijah Hewson alla voce. Hanno adottato un nome anche piuttosto interessante, Inhaler. Ma cosa sta a significare? Semplice, si tratta dell’inalatore per l’asma di Hewson, dato che Elijah ha un problema di asma piuttosto marcato. Sembra un po’ strano che un cantante possa fare il proprio lavoro avendo un problema di asma. Pensate infatti a cantare, magari a squarciagola davanti a migliaia di persone, raggiungendo le note più alte o più basse, sapendo di avere l’asma? Chissà come avrebbe fatto Freddie Mercury se avesse avuto l’asma.

UNA BAND NON RACCOMANDATA

La band ha parlato alla rivista Rolling Stone proprio a gennaio e ha confessato di avere iniziato quasi da zero. Per loro, la famosa spinta non c’è stata, nonostante il padre del frontman fosse un pezzo davvero grosso della musica internazionale, fin dagli anni Ottanta. Loro hanno avuto umili inizi. Lo stesso Elijah Hewson ha confessato: “Tutti hanno visto la band come piuttosto nerd e geek, e abbiamo pensato che fosse bello. Ho avuto l’asma per un po’ di anni la gente ha iniziato a chiamarci Inalatori (tradotto da Inhalers). Era qualcosa che ci piaceva molto e sembrava giusto chiamarci così, da una nostra (anzi mia) difficoltà”.

UN FAN DI ECCEZIONE PER LA BAND

Il bassista Rob Keating ha confessato le difficoltà del gruppo dicendo: “Far parte di una band a scuola non è così bello come sembra. Non nella nostra scuola, comunque. Le persone ci hanno sempre visto in un modo un po’ strano. Ci siamo sempre vestiti in modo strano e abbiamo ascoltato musica strana. Chi stavamo prendendo in giro? Non eravamo pronti a far parte di una band fino a quando non siamo cresciuti e non abbiamo imparato a suonare gli strumenti“. Pare che la band piaccia molto ad Elton John, amico fraterno di Bono Vox, il cantante degli U2. Il pianista rock aveva passato l’estate con Bono e suo figlio, dicendo: “[La band mi ricorda] gli Who e Pete Townshend, che non sento da anni, ed è stato bello, e anche Michael Stipe dei Rem. Sono fottutamente fantastici“.

BONO NON VOLEVA UNA CARRIERA MUSICALE PER IL FIGLIO

Perché Bono Vox era titubante per la carriera musicale di suo figlio? Elijah Hewson ha confessato a GQ la riluttanza iniziale di Bono, il cantante degli U2, a sostenere la carriera musicale di suo figlio. Elijah ha detto: “All’inizio non era davvero di supporto. Voglio dire, voleva che andassi al college come tutti i nostri genitori. Penso che abbia visto che adoravo suonare e che come band eravamo bravi. Se non fossimo stati bravi, ci avrebbe immediatamente detto di rinunciare e di andare a scuola. Ora per fortuna ci supporta. Per me mio padre era completamente separato dalla vita familiare. È stato solo una cosa molto strana da vivere. Sembrava un padre normale. Ora vivere una band in questo modo è molto, molto interessante per me. Ed è molto più divertente“.

Share