21 settembre 2021 16:07 martedì

Bruce Springsteen, è morta Jeanne, la storica fan 95enne del Boss

Si è spenta Jeanne Heintz all’età di 95 anni. La donna era diventata una cara amica di Bruce Springsteen e della sua E Street Band ed era considerata come un autentico simbolo di passione musicale in grado di abbattere ogni barriera. Nel corso della sua esistenza, Jeanne ha assistito ad oltre 300 concerti del Boss e ha ballato insieme a lui per tre volte, con il sogno di vivere “un quarto ballo con lui“, come dichiarato anche dalla figlia Jackie.

La grande amicizia tra Jeanne e la band di Bruce Springsteen

L’amicizia tra Jeanne Jeintz e gli uomini della band di Bruce Springsteen è nata verso la fine degli anni ’90. Il primo concerto del Boss al quale ha preso parte è del 1988, al Met Center di Bloomington. Dopo un anno, la E Street Band si sarebbe sciolta e la figlia Jackie promise alla mamma che l’avrebbe portata a tutti i concerti che avrebbe desiderato vedere negli anni successivi se il gruppo fosse tornato insieme. La promessa fu mantenuta quando il complesso si riformò, con madre e figlia che presero parte ad ogni esibizione della band dietro le quinte o in seconda fila.

L’amicizia vera e propria nacque in realtà in seguito alla morte di Clarence Clemons, conosciuto anche con il soprannome di Big Man. Quest’ultimo notò Jeanne durante numerosi concerti. Quando nel 2011 lui scomparve, la donna fu invitata al funerale in Florida insieme a sua figlia. In tale occasione, il chitarrista Little Steven decise di accogliere Jeanne sotto la sua ala protettiva e strinsero subito un’amicizia sincera.

Quando Springsteen ha invitato la donna a ballare con lui

Hurricane Jeanne, così veniva soprannominata la 95enne, fu invitata per la prima sul palco da Bruce Springsteen in persona nel 2009, in occasione di un concerto a Des Moines, nello Stato dell’Iowa. La donna ballò insieme alla rock star anche tre anni dopo in Minnesota, presso l’Xcel Energy Center. Nel 2016, un’altra danza con il Boss sempre all’Xcel. Nell’occasione, Jeanne si tolse la giacca all’età di 91 anni davanti ad una folla in festa e a tanti applausi convinti.

Un interesse che Jeanne ha nutrito per la band per oltre 40 anni

In realtà, il vero interesse di Jeanne Heintz nei confronti di Bruce Springsteen e della sua band risale al 1978. Jackie acquistò per lei uno dei dischi più importanti del gruppo, Darkness of the Edge of Town. Da qui in poi, era iniziato un vero e proprio amore infinito, con la signora che non smetteva di ascoltare i brani sul proprio giradischi. Il marito di Jeanne se la prendeva con la figlia perché pensava che stesse ascoltando lei i vari album, quando in realtà era proprio sua moglie a cantare e ballare i brani contenuti nei dischi.

La malattia, la morte e i funerali di Jeanne

Jeanne Heintz era ormai malata di Alzheimer. La triste situazione aveva ulteriormente rafforzato il legame tra lei e Springsteen, dato che la madre di quest’ultimo, Adele, è affetta dalla stessa patologia. Le due donne si erano conosciute nel 2000 in occasione di un concerto al Madison Square Garden di New York e hanno continuato ad avere rapporti d’amicizia fino all’ultimo giorno.

Jeanne sarà sepolta con addosso una maglietta del Boss. “Mia madre – sottolinea Jackie – si vedeva sempre con una maglietta da concerto e un paio di jeans, non amava molto vestirsi”. La prima veglia funebre si terrà al Mueller Memorial di St. Paul nel pomeriggio del 9 marzo, dalle 16 alle 20. La messa successiva sarà celebrata il 10 marzo alle ore 10, presso la Transfiguration Catholic Church di Oakdale. I partecipanti dovranno indossare una maglietta di Bruce Springsteen.

Share