14 June, 2021, 11:28

Le bassiste Rock migliori di tutti i tempi

L’industria musicale e, in particolare, il mondo del Rock, rappresentano, da sempre, un universo di innovazioni. La musica, di per sé, propone uno spettro metafisico completamente nuovo, nel quale chiunque è capace di rispecchiarsi, facendo fronte ai propri sogni e alle proprie personali esigenze. Un paradigma in cui è possibile esprimere anche le emozioni più recondite e difficili da esternare. È per questo che, il Rock, in particolare, è diventato, soprattutto nei suoi anni d’oro, un monito alla rivoluzione nel quale chiunque potesse essere capace di rispecchiarsi.

Un porto sicuro in cui esplicare le proprie perplessità e sovvertire la monotonia della routine. Le donne hanno dimostrato l’importanza del loro ruolo all’interno delle band e, in generale, sul panorama musicale moderno; attraverso manifestazioni di eclettismo, che hanno distrutto gli stereotipi che vedevano il Rock e il Metal come generi prettamente maschili. In questa classifica, abbiamo raccolto alcune tra le bassiste più importanti sulla scena moderna. Musiciste professioniste che hanno affiancato i capostipiti del genere in studio e dal vivo, dando prova di un elevatissimo apporto tecnico.

Tal Wilkenfeld

Un fenomeno proveniente dall’Australia che ha sbaragliato la concorrenza sull’intera piazza. A soli 20 anni, Tal Wilkenfeld ha già pubblicato due album da solista e ha collaborato con alcuni mostri sacri della musica tra cui Mick Jagger, Eric Clapton, Jeff Beck ed Herbie Hancock. La tecnica di Tal mostra una strabiliante agilità ed una velocità spontanea quanto sorprendente sullo strumento.

Suzi Quatro

Parliamo, probabilmente, della prima bassista Rock ad affermarsi realmente sulla scena musicale. Con oltre 50 milioni di dischi venduti, Suzi ha contribuito a rendere il basso uno strumento apprezzato sul panorama mainstream. Suzi Quatro è stata tra le più grandi fonti d’ispirazione in quanto ad emancipazione della figura femminile.

Kim Deal

Il cuore pulsante dei Pixies. Risulta innegabile che il segreto dietro la coesione e il sound inconfondibile della band provenisse esclusivamente dall’apporto tecnico di Kim Deal.

Melissa Auf Der Maur

Nonostante il suo nome non sia particolarmente riconoscibile. A Melissa Auf Der Maur va attribuito il periodo più florido nella carriera delle Hole e, una militanza di tutto rispetto negli Smashing Pumpkins. Il suo stile musicale, spiccatamente aggressivo, riesce a collidere alla perfezione con melodie più avvolgenti nei suoi lavori solisti.

Aimee Mann

Aimee Mann ricoprì il ruolo di bassista per poco tempo, nei ‘Til Tuesday. Mann, viene spesso considerata per le sue abilità d’autrice e compositrice. Nonostante nel suo progetto solista, sia solita suonare la chitarra ritmica sul palco, Aimee Mann riesce a combinare le linee di basso veloci ed aggressive del Punk ad un senso della melodia tipico del cantautorato.

Mohini Dey

Mohinii Dey è una giovane musicista originaria dell’India, le cui uniche doti al basso, le hanno permesso di affermarsi come artista di spicco nel suo paese natale. Ad oggi, Mohini, è stata invitata ai più grandi festival Jazz in giro per il mondo. Mohini Dey ha solo 24 anni ed è solo all’inizio di un lungo cammino verso la fama ed il successo. Dey può vantare una collaborazione di assoluto prestigio con il chitarrista virtuoso Steve Vai che ha dichiarato di essere rimasto particolarmente sorpreso dalla giovane.

 

 

 

 

Share