21 settembre 2021 15:35 martedì

Freddie Mercury, cosa pensano le leggende del rock del leader dei Queen

Che Freddie Mercury abbia fatto la storia della musica non c’è assolutamente dubbio; il leader dei Queen è riuscito, grazie alla sua preziosa personalità, oltre che al suo incredibile talento, a fare la storia dei Queen che ha sempre rappresentato, oltre che del rock in generale. Basti pensare a quanti si ispirano a lui se vogliono far parte del mondo della musica, o a tutte quelle rockstar che hanno parlato del britannico attraverso parole di stima e di lode nel corso degli anni. Insomma, non si può negare quanto fondamentale sia stato Freddie Mercury grazie alla sua storia e grazie alla sua persona: per questo motivo, vogliamo sottolinearvi che cosa pensano le leggende del rock del leader dei Queen.

Che cosa pensano le leggende del rock di Freddie Mercury?

Freddie Mercury è, senza dubbio, una delle leggende della storia della musica; il suo grandissimo contributo artistico lo si avverte ancora oggi, ad anni di distanza dalla sua morte avvenuta il 24 novembre del 1991. Se volessimo ricercare un atto che, più di ogni altro, potrebbe sottolineare ciò che vi diciamo, dovremmo sicuramente riferirci al Freddie Mercury Tribute Concert, manifestazione musicale di livello straordinario in cui tutti gli artisti – superando qualsiasi tipo di barriera – hanno deciso di cantare insieme, per la memoria del leader dei Queen.

Insomma, nel corso della sua storia Freddie Mercury ha conquistato l’amore, la stima e l’apprezzamento non soltanto dei suoi fan, ma anche di tantissime rockstar che hanno sempre visto in lui una grandissima fonte di ispirazione. Ogni rockstar, almeno una volta nella vita, ha parlato di Freddie Mercury lodandone la figura ed esaltandone il ricordo; cosa pensano, allora, le leggende del rock del leader dei Queen?

La lettera di Kurt Cobain in cui cita Freddie Mercury

La prima delle rockstar che vogliamo citarvi è senza dubbio Kurt Cobain, che ha parlato di Freddie Mercury nella lettera scritta a Boddah, il suo amico immaginario, prima di commettere il suicidio che è passato alla storia come atto incredibilmente tragico. Le parole di Kurt Cobain non sono di lode così come quelle degli altri artisti, ma di sicuro il leader dei Nirvana ha riconosciuto – a Freddie Mercury – un’attitudine che non sentiva di avere.

Queste le sue parole nella lettera scritta a Boddah: “Da troppi anni, ormai, non provo più esaltazione ascoltando musica, o creando musica, o scrivendo davvero qualcosa, e per questo mi sento in colpa al di là di quanto le parole possano spiegare. Per esempio quando siamo nel backstage e le luci si spengono e sento alzarsi il ruggito della folla, io non provo dentro di me quello che provava un artista come Freddie Mercury, che sembrava amare e trarre energia dall’amore del suo pubblico, cosa per cui lo ammiravo e lo invidiavo.”

Axl Rose era un grandissimo fan di Freddie Mercury

Come tutti sanno e hanno avuto modo di scoprire anche attraverso i nostri articoli, Axl Rose era un grandissimo fan di Freddie Mercury e, in qualche modo, il leader dei Quee ha determinato un processo di ispirazione e crescita per il cantante hard rock statunitense, che si troverà poi alla guida di una delle band più celebri della storia, i Guns N’ Roses. Axl Rose ha detto, a proposito: “Se non mi fossi aggrappato ai testi di Freddie Mercury quando ero un bambino, non sarei dove sono ora. Mi ha insegnato tutte le forme di musica. Mi ha aperto la mente. Non ho mai avuto un insegnante cosi grande nella mia vita.”

Le parole di Elton John e Montserrat Caballé

Capitolo a parte è rappresentato da Elton John e Montserrat Caballé, con cui Freddie Mercury aveva un rapporto particolare. Con entrambe le personalità artistiche, infatti, non c’è stato soltanto una collaborazione o di una dinamica artistica di rapporto, ma anche una profonda amicizia o – nel secondo caso – di grande ispirazione, tanto che la collaborazione tra Freddie Mercury e Montserrat Caballé per l’album Barcelona rappresentò, per il leader dei Queen, la realizzazione di un sogno.

Questo ha detto di lui la soprano: La differenza tra Freddie e gli altri cantanti è che lui “stava vendendo la voce”. Elton John, invece, ha affermato: “Per dirla com’è lui è stato una delle figure più importanti del Rock nell’ultimo ventennio.”

Che cosa pensano le migliori rockstar della storia di Freddie Mercury?

I pensieri delle rockstar riguardo alla figura di Freddie Mercury non si fermano sicuramente a quelli sopraccitati, dal momento che tanti altri artisti hanno avuto modo di esprimere le loro considerazioni in merito al leader dei Queen. David Bowie, ad esempio, che ha collaborato con Freddie nella realizzazione di Under Pressure (dando modo anche ad un litigio di nascere in sede di registrazione), ha affermato: Di tutti i “teatrali” cantati rock, Freddie era una spanna sopra tutti. – Lui andava oltre. E naturalmente, ammirerò sempre un uomo che indossa collant. Lo vidi in un concerto e pensai che lui era l’uomo che era in grado di tenere il pubblico nel palmo di una mano.

Robert Plant dei Led Zeppelin ha affermato: “Dietro il Glam-Rock ci sono poche persone che sono dei veri interpreti. E’ una condizione davvero particolare e rara di essere musicisti di successo e continuare a essere in grado di fare progetti con fiducia. Freddie aveva questa qualità e non ci sono molte altre persone ad averla.” Commento piuttosto al di fuori degli schemi è stato quello di Tori Amos, che ha invocato lo spirito di Freddie Mercury nello scrivere il brano Sugar: Ero in Bagno. “Questa voce nella mia testa, suonava come se fosse Freddie, e io suonavo queste corde, e stavo pensando a questo mentre scrivevo il brano, e lo sentii andare via, ‘Sugar, lui mi ha preso Sugar,’ e dissi, ‘Grazie, Freddie.’.

Share