20 June, 2021, 04:35

I 5 loghi più iconici delle band rock

Il prestigio di una band rock si riconosce anche dai più piccoli particolari. Ad esempio, anche un semplice logo può identificare un qualsiasi gruppo e renderlo una vera e propria icona del proprio settore. Esistono loghi costruiti dopo una lunga e attenta gestazione e altri sorti in maniera spontanea, ma capaci di segnare le sorti della band ai quali sono stati collegati. Ecco i 5 loghi più iconici delle band rock, presenti su una serie infinita di gadget e indumenti e in grado di far fruttare svariati milioni di euro ai rispettivi complessi musicali.

1. Rolling Stones

Partiamo subito da quello che può essere considerato come un logo leggendario. Il cosiddetto Lips and Tongue è apparso per la prima volta nel 1971 nella copertina dell’album Sticky Fingers, ma la sua nascita risale a due anni prima. I Rolling Stones erano in giro presso il Royal College of Art di Londra e furono colpiti dalla bravura dello studente John Pasche. Nell’immagine, ci sono la bocca enorme di Mick Jagger e la lingua della dea Kali molto amata proprio dal frontman. Il logo rappresenta la trasgressione sessuale, la libertà e la ribellione assoluta. Il suo costo iniziale fu di sole 50 sterline.

2. Queen

Il logo dei Queen fu progettato e disegnato da Freddie Mercury in persona. Quest’ultimo era alla ricerca di un buon simbolo in grado di rappresentare i quattro membri della band e il significato regale del nome. Mercury è così rappresentato da una coppia di vergini, John DeaconRoger Taylor da due leoni e Brian May dal disegno del cancro, in rappresentanza dei rispettivi segni zodiacali. Tutti sono intorno ad un’enorme lettera Q e reggono una corona. Inoltre, è presente una fenice fiammeggiante che sembra risorgere dalle proprie ceneri e protegge il gruppo. Lusso e immortalità i significati principali del marchio.

3. AC/DC

La band rock proveniente dell’Australia ha a sua volta creato un logo considerato tra i più iconici in assoluto. La sua nascita è dovuta alla creatività del graphic designer Gerard Huerta e del regista Bob Defrin. I due diedero vita ad un disegno dal forte impatto simbolico, comparso a partire dal disco Let There Be Rock. Il fulmine situato al centro tra le paroline AC e DC dimostra l’energia che il gruppo vuole sempre sprigionare sui palchi di tutto il mondo. I caratteri gotici delle lettere sembrano simili rispetto alla Bibbia di Gutenberg. Un vero e proprio capolavoro, tra i più diffusi nel merchandising generale.

4. Nirvana

Anche il logo dei Nirvana viene considerato a sua volta storico, nonostante la sua apparente semplicità. Si tratta di una faccina sorridente, dalle origini poco chiare. C’è chi dice che sia nata da uno strip-club di Seattle, chi sottolinea un significato psichedelico con un uomo dagli occhi sbarrati e sotto tossicodipendenza. Un’altra corrente di pensiero ritiene che si tratti di una raffigurazione del frontman dei Guns ‘N’ Roses Axl Rose, abbastanza odiato da Kurt Cobain e compagni. La prima apparizione risale al settembre del 1991, con il giallo che rappresenta la gioia e il nero il potere assoluto.

5. Kiss

Concludiamo con un vero e proprio brand commerciale che ha assunto proporzioni enormi dal punto di vista economico. Sono innumerevoli i gadget che lo disegnano a bordo. A realizzare questa scritta, ci ha pensato il chitarrista Ace Frehley dopo essere entrato nella band, subito dopo che avesse assunto la denominazione nota in tutto il mondo. Le S finali assomigliano a due fulmini e sottolineano la potenza del suono dei Kiss. A tutto ciò, bisogna aggiungere che il nome era stato associato non al classico bacio, ma a significati satanisti e nazisti.

Share