27 settembre 2021 00:15 lunedì

Adrian Vanderberg: “Ecco cosa pensava Eddie Van Halen di Jimi Hendrix”

Con la sua perdita, il mondo del Rock è cambiato per sempre. Eddie Van Halen è stato uno dei migliori chitarristi di tutti i tempi. La sua tecnica fuori dal comune continua ad essere motivo di ammirazione per la stragrande maggioranza degli artisti che annoverano il panorama contemporaneo. Gran parte di questi, stanno contribuendo alla sua memoria, ricordando nel corso di interviste della natura più disparata, i tratti salienti della loro conoscenza con uno degli ultimi Guitar Heroes in assoluto. Di recente, durante un colloquio con Kylie Olsson, il chitarrista dei Whitesnake Adrian Vanderberg ha parlato di Eddie Van Halen, del suo rapporto con la musica di Jimi Hendrix e di molto altro. Il chitarrista ha concesso l’intervista per promuovere il nuovo album della sua omonima band, intitolato 2020.

Adrian Vanderberg sul rapporto tra Eddie Van Halen e la musica di Jimi Hendrix

Parlando del suo legame con Eddie Van Halen, il chitarrista originale dei Whitesnake, Adrian Vanderberg ha detto: “Sono stato a casa sua moltissime volte quando registravo il self-titled dei Manic Eden, nel 1994. Era un gruppo in uci ho militato insieme al bassista Rudy Sarzo, al batterista Tommy Alridge e a Ron Young. Incidevamo molto vicino a casa di Eddie e lui ha origini olandesi come me. Ci divertivamo molto a parlare nella nostra lingua.

Successivamente, il chitarrista ha continuato: “Sua moglie non capiva di cosa stessimo parlando, ovviamente. All’epoca, era ancora sposato con Valerie Bertinelli. Wolfgang era molto piccolo, credo avese circa quattro anni o giù di li. Adesso è cresciuto molto! Sono stati momenti divertenti”. Quando ad Adrian Vanderberg è stato chiesto come fosse suonare insieme ad una leggenda come Eddie Van Halen, questi ha risposto: “Non suonavamo mai sul serio. Ci piaceva chiacchierare con le chitarre accanto. Una volta mi chiese chi fosse il mio chitarrista preferito e io gli risposi Jimi Hendrix. Lui non lo apprezzava molto, diceva che il suo preferito fosse Eric Clapton. Riusciva a suonare il solo di Crossroads alla perfezione, nota per nota. Da piccolo si era esercitato molto su quel tipo di musica.

Dopo aver parlato del rapporto tra Eddie Van Halen e la musica di Jimi Hendrix, il musicista si è soffermato sui suoi primi anni in musica, affermando: “Non ero mai abbastanza paziente per imparare gli assoli. Credo sia il motivo principale per cui ho sviluppato un mio stile personale. Non avevo la pazienza giusta per suonare poche note in continuazione, quindi cominciai a suonare a modo mio, per scoprire come sarebbe andata”.

Share