25 settembre 2021 08:24 sabato

Dream Theater, Il significato di Metropolis – Part I: The Miracle and the Sleeper

I Dream Theater sono una delle band più importanti del progressive metal. Con il loro repertorio originale ed innovativo hanno ridato luce al metal degli anni novanta. Costantemente lodati per il virtuosismo musicale che li contraddistingue, hanno malgrado una serie di cambiamenti di formazione collezionato diversi successi. Di recente li abbiamo ospitati in Italia, dove vantano diversi fan molto affezionati così come in tutto il mondo. Uno degli album più apprezzati della band è sicuramente Images and Words. Si tratta del primo album con il cantante James LaBrie, che sostituì Charlie Dominici in seguito alla necessità della band di avere una voce più potente. a canzone in assoluto più amata da questo disco è senz’altro Metropolis – Part I: The Miracle and the Sleeper. Scopriamo il significato di questo classico.

Metropolis Part I per “gioco”

Il brano è uno dei cavalli di battaglia dei Dream Theater, riproposto in diversi Live e pur non essendo di fatto un singolo, ha superato per fama e apprezzamento anche gli altri singoli della band. Inizialmente è stato spiegato che questo “Part I” presente in Metropolis era quasi un gioco, uno scherzo. Proprio il successo del pezzo spinse i Dream Theater a farne una parte due: i fan continuavano a chiedere una seconda parte. Così, anziché farne solamente una canzone, la band decise di realizzare addirittura un intero concept album: Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory. Per tematiche e contenuti si distacca notevolmente dalla prima parte, visto che come sappiamo è improntato sul tema dell’ipnosi regressiva e della reincarnazione. Mantiene solamente qualche citazione alla prima parte, come ai personaggi del titolo a cui effettivamente si accenna di nuovo.

L’ispirazione dal mito della nascita di Roma

Innanzitutto, il testo della canzone è stato composto dal chitarrista John Petrucci. I Dream Theater, da sempre come detto lodati musicalmente, hanno mostrato con questo testo di saper anche comporre. Infatti, il testo è considerato una poetica storia mitica e originale, una sorta di “epico fantasy” in musica. Il testo ha un’ispirazione che riguarda più direttamente noi italiani. Infatti, sembra che l’idea di partenza sia proprio il mito di Romolo e Remo così come espresso nell’Eneide di Virgilio. Nella fattispecie, i gemelli sono proprio Miracle e Sleeper, non vengono mai citati esplicitamente, ma tutto ricorda loro. Il titolo “Metropolis” sembra rimandare all’idea di una città che dovrebbe rappresentare proprio Roma. Naturalmente questa è solamente l’ispirazione iniziale, che procede poi per altri sentieri, molto diversi nella Parte 2. Con i suoi oltre nove minuti di durata, questa storia continua comunque ancora a stupirci, a prescindere dalla sua origine.
Share