26 settembre 2021 02:26 domenica

David Bowie: La storia della sua prima canzone definita un flop

Si intitola Liza Jane e venne pubblicato come singolo in formato 45 giri nel giugno del 1964. Si tratta della prima canzone mai incisa da David Bowie, quando ancora non utilizzava il suo nome d’arte. Il Duca incise Liza Jane quando militava nel gruppo di Davie Jones with The King Bees. Si tratta di una delle prime formazioni in cui il leggendario artista inglese abbia mai militato. In quell’anno, Bowie dimostrava già un’intraprendenza smisurata. I King Bees erano alla ricerca di un manager e il giovane Jones decise di provare a coinvolgere il magnate dell’industria John Bloom. All’epoca il cantante si presentò con grande carisma, dicendo di star accompagnando uno dei più importanti gruppi sulla scena Pop dell’epoca.

Bloom accettò, non prima di architettare una curiosa audizione per la band, che dovette esibirsi per animare il suo anniversario di matrimonio a Soho, al cospetto del talent scout Leslie Conn, manager della casa editrice londinese Melcher Music. Il Duca ricordò, anni dopo, che la performance fosse stata alquanto deludente, ma ciò nonostante, il nuovo manager ne rimase contento al punto da organizzare un provino per la Decca Records, attraverso il quale riuscirono a strappare un contratto per l’incisione di un disco a 45 giri.

La prima canzone di David Bowie

Liza Jane fu scelta come brano per il Lato A del singolo. Si tratta di uno scatenato R&B che si rifaceva palesemente a brani come Little Liza Jane, scritta nel ’56 da Huey “Piano” Smith e, a sua volta, ispirata allo standard americano Li’l Liza Jane del 1910. Quel brano, rivelava la profonda influenza che i Rolling Stones della prima alba esercitavano sul giovane Jones, con il loro Blues elettrico, ricco di adrenalina. Per il Lato B, la band scelse di adottare Louie, Louie Go Home, cover del brano di Paul Revere & The Raiders, a sua volta pubblicato l’anno prima da Richard Berry.

L’arrangiamento dei King Bees denota il profondo apporto dei Beatles sulla band, data l’armonia vocale nel bridge, molto simile a quella di Money (That’s What I Want) e lo stile somigliante a Twist And Shout cantata da Lennon. Il 45 giri venne registrato negli studi della Decca Records, siti a West Hampstead. La prima canzone mai incisa da David Bowie fu pubblicata il 5 giugno dalla Vocalion Pop; per poi essere eseguita al programma della BBC, Juke Box Jury. Ciò nonostante, il brano vendette solo 3500 copie, rivelandosi un flop assoluto. Per fortuna, Davie Jones non abbandonò il suo sogno e, a pochi anni da allora, ebbe modo di scolpire il suo nome nell’eternità.

Share