15 May, 2021, 21:19

La storia dell’ultimo concerto dei Led Zeppelin: quando il dirigibile volò per l’ultima volta

Nel 2007 i membri rimasti in vita dei Led Zeppelin accesero un barlume di speranza nei milioni di fan nel mondo. John Paul Jones, Jimmy Page e Robert Plant si riunirono in sala din registrazione per provare alcuni pezzi: da quel momento in poi, infatti, non si è fatto altro che parlare di una possibile reunion dei Led Zeppelin. L’ultima volta che gli ex Led Zep condivisero il palco era nel 1995, durante la cerimonia di premiazione della Rock and Roll Hall of Fame. La volta precedente ancora, invece, fu il 7 luglio del 1980.

7 luglio 1980: la storia dell’ultimo concerto dei Led Zeppelin: quando il dirigibile volò per l’ultima volta

Nel 1980 i Led Zeppelin avevano in programma un tour europeo e, una delle ultime date, fu quella all’Eissporthalle di Berlino il 7 luglio. Nessuno, però, si aspettava che quello sarebbe stato l’ultimo concerto della band britannica, nessuno si aspettava che quello sarebbe stato l’ultimo volo del dirigibile. Quell’anno, anzi, molti si aspettavano sostanziali cambiamenti nella band dopo le critiche ricevute: qualcuno, infatti, pensava addirittura che i Led Zep avessero intenzione di cambiare stile, di rinnovarsi. E, in effetti, i piani erano quelli.

I Led Zeppelin organizzarono questo Tour (chiamato ‘Cut The Waffle‘) proprio per scrollarsi di dosso tutte quelle inutili critiche. Nessuno però si sarebbe aspettato che quello del 7 luglio a Berlino sarebbe stato l’ultimo show dal vivo degli Zeppelin. In quell’ultimo, significativi, giorni insieme, i membri dei Led Zeppelin vivevano praticamente un inferno.

La tragica morte del batterista John Bonham

John Bonham non stava bene, non era per niente in forma e, soprattutto, era dipendente da sostanze stupefacenti e alcool. Poche settimane prima lo show di Berlino, poi, successe l’inevitabile: durante un concerto a Norimberga, il 27 giugno, Bonham dopo appena tre canzoni cominciò a sentirsi male e da lì a poco fu trasportato in ospedale. I medici parlarono di un’intossicazione alimentare, ma probabilmente c’era molto altro sotto. Il tour andò avanti, data dopo data, ma le condizioni di John Bonham peggiorarono giorno dopo giorno.

Alla fine il 25 settembre del 1980, dopo aver bevuto circa una quarantina di shot di vodka -a quanto si dice per festeggiare l’imminente partenza della band per un nuovo tour- John Bonham fu trovato senza vita, soffocato dal suo stesso vomito, a 32 anni. La perdita del batterista fu così forte e sconvolgente che, alla fine, i Led Zeppelin furono costretti a prendere una decisione tanto severa quanto giusta: non sarebbero saliti mai più sul palco.

Share