25 settembre 2021 08:05 sabato

5 band i cui membri principali si odiano

Qualcuno una volta ha detto che entrare in una band è un po’ come sposarsi: c’è bisogno di tanto impegno, responsabilità, amore e passione. Devi accudire i tuoi figli -in questo caso i fan- e assicurarti che abbiano una giusta educazione musicale. E, qualora uno di questi fattori dovesse venir meno, le cose si complicherebbero non poco. Succede, poi, che anche le coppie più belle e vivaci -e le band più attive e affiatate- divorzino. Questo, naturalmente, può accadere per una serie di innumerevoli fattori. Un esempio lampante è sicuramente quello degli Oasis: ottima musica, ottima band, ma troppe divergenze artistiche, troppi litigi, troppi casini e poco feeling. I continui scontri tra i fratelli Liam e Noel Gallagher, infatti, hanno portato alla fine allo scioglimento di una delle band più promettenti del Britpop. In questo articolo vogliamo soffermarci proprio su questo aspetto,  presentandovi le 5 band i cui membri principali si odiano.

5 band i cui membri principali si odiano: Oasis

Certo, gli Oasis non esistono più da un pezzo, ma non esiste esempio migliore di “compagni di band che si odiano“. I fratelli Gallagher -Liam e Noel- nella loro lunga e prolifica carriera ne hanno combinate veramente di tutti i colori e, oggi come oggi, nonostante sia passato tantissimo tempo dallo scioglimento della band, continuano a punzecchiarsi come due ragazzini.

Beach Boys

I Beach Boys -considerati da qualcuno come la prima vera pop-rock band statunitense- hanno scritto pagine indelebili nella storia della musica, ma anche per loro non sono mancati i problemi e le divergenze interne. Le cose tra Brian Wilson e Mike Love non sono mai andate bene: qualche mese fa poi, Wilson ha addirittura creato una petizione on-line per provare ad annullare lo show della sua ex band al Safari Club di Reno, in Nevada. Il motivo? Non ha mai digerito il fatto che Love supporti la caccia sportiva (e come dargli torto!).

Kiss

Certo, i Kiss oggi sono una delle band più longeve della storia del rock, ma inizialmente Gene Simmons e Paul Stanley non andavano per niente d’accordo. Una volta Stanley disse di Simmons: “quando incontrai Gene per la prima volta pensai che non saremmo mai andati d’accordo: in quel momento però, contava solo il risultato finale”. Ecco, è stata proprio questa la vera forza dei Kiss: superare qualsiasi ostacolo, qualsiasi divergenza artistica, per il bene della band e della musica.

The Who

I continui scontri tra Roger Daltrey e Pete Townshend degli Who sono ormai nell’immaginario collettivo. Spulciando nell’autobiografia di Daltrey, inoltre, troverete un racconto a dir poco agghiacciante. Pare infatti che una volta il cantante e chitarrista degli Who -durante una rissa- diede un pugno così forte a Townshend che pensava fosse deceduto.

Simon & Garfunkel

Ebbene si, anche tra i membri del popolare duo folk statunitense -formato da Paul Simon e Art Garfunkel– non scorreva buon sangue. Nonostante l’innegabile feeling musicale, infatti, alla fine degli anni sessanta il loro rapporto cominciò a deteriorarsi, fino ad arrivare allo scioglimento vero e proprio.

Share