19 settembre 2021 06:30 domenica

Michael Jackson, Quella canzone scritta da Steve Porcaro

Michael Jackson è uno degli artisti più importanti della storia della musica mondiale. Consacrato come re del pop, è stato un performer eccezionale nella danza e nell’intrattenimento in generale. Artista sal profondo eclettismo e della precisione quasi maniacale, è suo l’album più venduto della storia della musica, che tutti noi sappiamo essere Thriller. Ha battuto ogni record possibile, dal video più costoso all’album più costoso. Tante sono le canzoni del re del pop intramontabili, tante scritte da lui ma anche da altri. Sono storiche le collaborazioni di Michael Jackson con tantissimi artisti, come Paul McCartney, Eddie Van Halen, Slash, ecc. Una canzone tratta proprio dall’album Thriller, Human Nature, fu composta da Steve Porcaro. 

La novità di Thriller

Nella sua autobiografia Moonwalk, Michael Jackson racconta che fino all’ultimo non era davvero contento di Thriller, volendo realizzare qualcosa di perfetto in assoluto. Thriller vanta diverse caratteristiche importanti che lo hanno reso un album così innovativo: il famosissimo videoclip della title-track, la rivoluzionaria composizione che unisce al macabro la dance, la coreografia iconica, la voce di Vincent Price, ecc. Tra le canzoni vi è la celebre Beat It, il cui assolo di chitarra fu composto da Eddie Van Halen, poi The girl Is Mine, un duetto con Paul McCartney e la celeberrima Billie Jean, canzone sulla quale Michael Jackson eseguì per la prima volta il suo Moonwalk. Human Nature è poi il quinto singolo da questo disco, molto amato soprattutto per le esecuzioni dal vivo.

La composizione di Human Nature

Infatti, durante i concerti Michael Jackson era solito trasformare la canzone, soprattutto frammentandola, eseguendola “a scatti”. Si coordinava perfettamente ai musicisti ballando e fermandosi nei momenti di pausa della canzone. Human Nature è una canzone davvero meritevole, ma che è stata inizialmente eclissata dagli altri brani sicuramente iconici e più famosi, anche se grazie al modo in cui fu eseguita nei vari live dal re del pop ebbe comunque notevole fama. L’aspetto interessante però che non tutti conoscono è il fatto che non fu composta da Michael Jackson, bensì da Steve Porcaro. Come sappiamo, faceva parte del gruppo musicale Toto. A quanto pare fu ispirata da un’esperienza personale: un giorno sua figlia di prima elementare tornò a casa piangendo perché un bambino l’aveva spinta giù dallo scivolo. “È la natura umana“, aveva risposto lui, così come dice il brano nel ritornello. I membri dei Toto invece suonarono la musica durante la registrazione del brano. Il significato sembra allora riferirsi al fatto che quando c’è una situazione spiacevole e ci chiediamo perché, bisogna rispondessi che a volte fa parte della natura umana agire in un certo modo. Il testo è molto semplice e forse per questo cattura subito l’ascoltatore.

Share