gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson: Ecco qual è il film Horror che ha ispirato Thriller

Il video di Thriller di Michael Jackson è uno dei più iconici nella storia della musica contemporanea. Sembrerebbe che le clip che accompagnano il celeberrimo brano, non sarebbero mai esistite senza un classico della cinematografia Horror. Pare, infatti, che il Re del Pop avesse visto un film in particolare che l’avesse spinto specificamente a lavorare con il regista della pellicola. All’inizio, comunque, il regista in questione fu particolarmente restio a lavorare con Jackson; questi, però, alla fine accettò per un motivo peculiare. In quest’articolo scopriremo qual è il film Horror che ha ispirato il video di Thriller di Michael Jackson.

Prima di addentrarci nello specifico, occorre creare un po’ di contesto. Negli anni ’80, i film Horror spiccavano per la creatività dei registi nel costruire effetti speciali, per forza di cose, non computerizzati. Fu così che questo tipo di artifici raggiunse il suo apice, regalando al mondo alcune delle pellicole più evocative per il genere. Uno dei più grandi registi per inventiva dell’epoca era John Landis. Egli dedicò gran parte della sua carriera a grandi commedie come Animal House e The Blues Brothers, ma negli anni ’80, irruppe nell’industria Horror con An American Werewolf in London, una delle pellicole più rappresentative del decennio. Gli effetti utilizzati per il girato, lo resero memorabile e; secondo Bloody Disgusting, fu il film in questione ad ispirare Michael Jackson per Thriller.

Le parole del regista del film Horror che ha ispirato Thriller di Michael Jackson

Nel corso di un’intervista rilasciata per Vox, il regista John Landis ha parlato del modo in cui Michael Jackson si sia rivolto a lui per il video di Thriller e della sua conversazione con il Re del Pop, dicendo: “Mi chiamò e mi disse di essere un fan del film. Voleva che fossi il regista di un videoclip musicale in cui si sarebbe dovuto trasformare in un mostro, aggiungendo di avere la canzone perfetta per il contest. Ovviamente, si trattava di Thriller. Pensai che i video musicali fossero solo un mezzo per pubblicizzare una canzone e non volevo che la mia opera venisse commercializzata. Comunque, Michael riuscì a farmi cambiare idea. Io credetti che fosse arrivato il momento di cambiare per sempre il mondo dei videoclip“.

Nel corso delle riprese, Landis scoprì che Michael Jackson fosse particolarmente avverso ai film Horror, nonostante uno di questi avesse ispirato un capolavoro come Thriller. Al riguardo, il regista disse:Michael aveva paura dei film dell’Orrore e, per questo, non li apprezzava. Trovai fantastico, però, quanto fosse determinato a volersi trasformare in un mostro. Thriller, dopotutto, non fu l’unica canzone dal tema sinistro di Jackson; ricordo Ghosts e Is It Scary?, ad esempio. Comunque, Michael era davvero determinato a rendere tutto perfetto. Aveva un’etica del lavoro spettacolare, in effetti, era già un veterano essendo sulle scene sin da quando aveva otto anni”. Ad oggi, comunque, l’idillio tra Jackson e Landis continua a dare i suoi frutti, essendo Thriller un classico senza tempo della musica contemporanea.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)