6 August, 2021, 00:49

Quali sono state le canzoni più ascoltate negli anni 80 e il loro significato

Gli indimenticabili anni Ottanta. Per parte della generazioni attuali sono un solo un miraggio e vorrebbero potersi ritrovare là da un momento all’altro. Chi invece li ha vissuti li racconta con una certa nostalgia, soprattutto per piccole grandi cose come l’abbigliamento, lo stile di vita e soprattutto la musica. Ovviamente non si pretende di adattare questo pensiero a tutti, ma è innegabile che quelli furono degli anni di rivoluzione in ambito musicale, e anche in altri. Durante questi anni non solo si affermano gruppi con grandi nomi, proseguendo la propria carriera, ma a cavallo ne nacquero anche altri. Quali sono state dunque, le canzoni che sono state più ascoltate durante gli anni Ottanta? E il loro significato? Qui una parte di quelle che hanno segnato il famoso decennio!

1) Another One Bites The Dust dei Queen

Ad inaugurare il 1980 c’è Another One Bites The Dust dei Queen. Si poteva non citarli? Questa canzone viene pubblicata proprio nel 1980 e fu una delle canzoni più ascoltate e più apprezzate. Carica, energica, mette d’accordo quasi tutti. Un giro di basso indimenticabile per una canzone che fu ricca di strane controversie. Fu infatti accusata di contenere dei messaggi subliminali nel ritornello se ascoltato al contrario. Ovviamente il tutto fu smentito e qui si può trovare il significato in maniera più dettagliata.

2) Sweet Child O’ Mine dei Guns N’ Roses

Anche questa rientra negli anni Ottanta, benché si sia già quasi alla fine. Fu pubblicata nel 1988, come terzo estratto dall’album Appetite for Distruction. Il brano fu scritto da Axl come una sorta di lettera d’amore per la sua allora fidanzata. Il singolo rientrò all’interno della Billboard Hot 100 (l’unico del gruppo a rientrarvi) e a fine anno risultò il singolo più venduto negli Stati Uniti.

3) Another Brick in The Wall, Pt 2, dei Pink Floyd

In verità “Another Brick in The Wall, Pt2” è stata pubblicata del novembre del 1979. Siamo un po’ prima rispetto al canonico inizio, ma questo singolo rientrerà all’interno della Billboard Hot 100, come il brano precedentemente citato, nel 1980. Il brano si scaglia contro i collegi scolastici e bandisce una protesta contro la rigida l’istruzione, in generale. Non solo si presenta come uno dei singoli più ascoltati e premiati, ma il suo successo sarà tale da essere annoverata tra le 500 migliori canzoni secondo Rolling Stones, occupando la posizione 375.

 4) Livin on a Prayerdei Bon Jovi

Siamo nel 1986 e Jon Bon Jovi scrive questo pezzo per il suo gruppo. Oltre ad essere uno dei brani più famosi durante quegli anni è anche uno dei maggiori del gruppo, quello con cui più comunemente vengono ricordati. Fa parte del loro terzo album studio Slippery When Wet. Pur essendo passati dei veri e propri decenni dalla sua prima uscita e pur essendoci state diverse riserve nell’inserire la traccia nell’album perché insoddisfatti delle demo, è uno dei pezzi più famosi in assoluto, tant’è che nel 2008 rientrò in un’altra classifica.

 

Share