19 settembre 2021 06:00 domenica

Bruce Springsteen, quando J.K. Rowling rifiutò la sua canzone per Harry Potter

Bruce Springsteen è sempre stato un artista a tutto tondo. Il cantautore statunitense si fa notare per la sua straordinaria personalità e per la capacità di saper tenere il palco come pochi altri. Nel corso della sua lunga carriera, in tempi recenti, il Boss ha anche creato una canzone dedicata alla serie di film su Harry Potter. Tuttavia, la richiesta non è andata a buon fine e il progetto è stato lasciato solo a metà, a causa di un rifiuto molto particolare. Vediamo come è stata la successione degli eventi in quel caso specifico.

La carriera straordinaria di Bruce Springsteen

Bruce Springsteen viene considerato come una star assoluta della musica americana e non solo. Il Boss del New Jersey è stato alle prese con una gavetta abbastanza laboriosa, prima di raggiungere il tanto agognato successo. L’album Born to Run è stato l’autentica consacrazione dell’artista, capace di acquisire una fama planetaria e di mantenerla per diversi decenni, il che è molto più difficile. Il Boss ha saputo mescolare rock and roll e folk con notevole maestria con risultati straordinari, portando così avanti una carriera leggendaria. Tuttavia, non sono mancati i piccoli passi falsi, seppur risibili rispetto alla sua luce sempre più splendente.

La ballata rock scritta per i film di Harry Potter

Il buon Bruce è stato capace anche di andare oltre la sua figura di rock star pura. Infatti, scelse di scrivere una colonna sonora appositamente per i film di Harry Potter. Si trattava di una ballata in stampo rock, denominata I’ll Stand By You Always e diffusa nel mese di aprile del 2019. La rivista Rolling Stones definì questa canzone molto “sincera e senza fretta, anche se un po’ troppo cupa per un semplice film di bambini che lanciano incantesimi”Bruce Springsteen compose il testo dedicandolo al figlio più piccolo, con diverse frasi molto tenere e dedicate alla sua difesa da persone poco raccomandabili. Il brano non si riferisce in maniera diretta ai personaggi e alle scene di Harry Potter, ma piuttosto di focalizza su ideali di amicizia e fiducia molto importanti nella saga cinematografica e letteraria.

Il sorprendente rifiuto di J.K. Rowling

Prometteva molto bene, il brano di Bruce Springsteen incentrato su Harry Potter. Tuttavia, la scrittrice J.K. Rowling non lo apprezzò particolarmente. Lei decise di non inserire questa canzone in alcuna colonna sonora dei vari film, ma per un motivo ben preciso. Infatti, i vari titoli non si sono mai serviti di alcuna registrazione musicale vocale, utilizzando sempre e solo composizioni strumentali di John Williams. Non a caso, l’autrice si rifiutò anche di concedere la figura di Potter a Michael Jackson per un suo musical. Tuttavia, la canzone potrebbe essere utilizzata per altri progetti, così come auspicato proprio dall’artista originario di Long Branch: “Spero un giorno di inserire il brano in un qualsiasi film per bambini. Mi è sempre piaciuta, è una canzone molto adorabile”. Magari un giorno andrà a finire proprio così, per la gioia di molti appassionati del Boss.

Share