26 settembre 2021 01:58 domenica

Pink Floyd, Roger Waters e Corporal Clegg la canzone su suo padre

Omaggiare qualcuno è uno dei gesti più belli che si possa fare bei confronti di una persona. Se poi il tuo mestiere è la musica e la tua dedica sta dentro una canzone o è la canzone stessa, il gesto si veste di una grandissima valenza. Questo è ciò che fa Roger Waters, rinomato membro dei Pink Floyd, rock band britannica, quando gli si presenta l’occasione. La canzone cui si fa riferimento è Corporal Clegg, con cui decise di omaggiare suo padre. Suo padre infatti perse la vita durante la seconda guerra mondiale, nel 1944.  Ecco la storia di Corporal Clegg dei Pink Floyd e la canzone con cui Roger Waters omaggiò suo padre.

L’album e la registrazione

Era il 1967 quando i Pink Floyd pubblicarono il loro primo album, affermandosi come una rock band dai tratti psichedelici. Motore di questo essere, o quantomeno catalizzatore, fu Syd Barrett. Durante le registrazioni di questo secondo album però la salute mentale di Syd Barrett, cedette. La situazione divenne molto delicata e Syd lasciò il tutto dopo che l’album fu finito. Se i lavori di Piper at the Gates of Down terminarono nell’agosto del 1967, nello stesso mese cominciarono quelli per questo secondo album, che venne intitolato a Saucerful of Secrets. A questo punto cominciarono le registrazioni, che si svolgeranno negli studi della EMI a Londra, e il produttore sarà Norman Smith.

Pink Floyd e Corporal Clegg, la dedica al padre di Roger Waters

Come già detto la canzone contiene una dedica al padre di Roger Waters. Il brano parla di un soldato della seconda guerra mondiale, che purtroppo, durante i combattimenti, perderà una gamba. Sarà il primo testo dei Pink Floyd a contenere un’allusione alla guerra, tema molto caro a Waters e che cercherà di sviluppare anche nei componimenti successivi. Alla rivista Mojo infatti dichiarerà: “Carporal Clegg parla di mio padre e del suo sacrificio nella seconda guerra mondiale. È un po ‘sarcastico: l’idea che la gamba di legno sia qualcosa che hai vinto in guerra, come un trofeo.”

Il nome utilizzato per il soldato potrebbe provenire da quello di Thaddeus von Clegg, un orologiaio tedesco, che ha inventato il kazoo negli anni 1840. Il brano inoltre, presenta il contributo vocale del bassista Nick Mason. Viene segnalato poiché è uno dei primi e rari interventi fatti da Mason, visto che si deve aspettare la pubblicazione di Meddle nel 1971 per rivederne un altro, in “One of These Days”

Share