23 settembre 2021 13:05 giovedì

Metallica, Kirk Hammett: ‘ecco qual è l’assolo che amo suonare di più’

Ogni grande artista, col tempo, tende ad affezionarsi ad un brano invece di un altro, oppure, ancora, a determinati assoli: è un processo naturale. In una recente intervista per il settimanale Kerrang, infatti, il chitarrista dei Metallica Kirk Hammett -oltre a rivelare alcuni retroscena del cosiddetto “Black Album“- ha svelato qual è l’assolo che ama suonare di più. Naturalmente fare una cernita di tutti i brani dei Metallica e individuare il suo assolo preferito non è stato facile, ma alla fine ne è uscito un solo vincitore.

Metallica, Kirk Hammett: ‘ecco qual è l’assolo che amo suonare di più’

L’assolo preferito di Kirk Hammett è quello presente nel pezzo “The Unforgiven”, estratto dall’album omonimo della band statunitense -anche noto come Black Album- pubblicato nel 1991. “Mi piace suonarlo perchè è dinamico e deciso”, ha confessato Kirk Hammett a proposito dell’assolo di Unforgiven, uno dei pezzi più amati dell’intera discografia dei Metallica.

Il batterista della band heavy metal statunitense ha poi aggiunto: “Ricordo perfettamente come nacque quel brano. Quel giorno andai in studio ed ero carichissimo, sapevo che avrei potuto suonare alla grande tutti gli assoli che avevo preparato. Il nostro produttore, Bob Rock, ad un certo punto però se ne uscì con una cosa del tipo: ‘hey, cos’è questa merda?’.”

La nascita del brano ‘The Unforgiven’, estratto dall’iconico Black Album

“Per la prima volta nella mia vita risposti male a Bob Rock -ha aggiunto il chitarrista dei Metallica gli dissi: “tu limitati a premere quel cazzo di bottone e non ti preoccupare” e ho cominciato a improvvisare. Ecco, così è nato l’assolo di Unforgiven. Oggi come oggi preferisco di gran lunga registrare così: di getto. Mi piace molto essere spontaneo.”

Il chitarrista dei Metallica: “di solito tendo a modificare i miei assoli, ma quello di Unforgiven è perfetto così com’è”

Kirk Hammett, inoltre, ha dimostrato di essere molto legato all’assolo di Unforgiven e, come egli stesso ha ammesso, non ha modificato nemmeno una nota nel corso del tempo:

“A volte quando ci esibiamo dal vivo tendo a modificare alcuni assoli, molto spesso perchè le versioni registrate in studio tendono ad annoiarmi, altre volte invece è semplicemente perchè ho voglia di sperimentare qualcosa di nuovo. L’assolo di Unforgiven, ad esempio, è stato modificato davvero pochissime volte nel corso degli anni. Non è un caso, quindi, che questo assolo è uno dei pochi che suono dal vivo esattamente com’è nell’album. Si, insomma, credo sia perfetto così com’è.

Share