26 July, 2021, 02:21

Greta Van Fleet: la band dà informazioni sul nuovo album

I Greta Van Fleet cavalcano la cresta dell’onda nel mondo del Rock moderno già da diverso tempo ormai. I giovani, hanno dalla loro un sound appassionante, ricco di sfaccettature e di affascinanti riferimenti all’Hard Rock degli albori. In questi anni, la band ci ha abituato ad uno stile travolgente, capace di mettere d’accordo appassionati della nuova lena e irriducibili della vecchia guardia. Anthem Of The Peaceful Army ha sancito la consacrazione dei Greta Van Fleet sul piano internazionale, ma di recente, il frontman del gruppo Josh Kiszka si è espresso riguardo il futuro della band, fornendo informazioni su un nuovo album.

Josh Kiszka sul nuovo album dei Greta Van Fleet

Intervistato per Loudwire Nights, l’esuberante cantante dei Greta Van Fleet ha rivelato che, sia lui che la band, hanno idee molto chiare riguardo i passi in avanti di cui la loro carriera necessità. Sembrerebbe che il nuovo disco, intitolato The Battle At Garden’s Gate sia in procinto di uscire; già anticipato dai singoli My Way, Soon ed Age Of Machine. Durante il colloquio, il cantante ha spiegato che si tratterà di un album molto diverso rispetto a quello con cui i Greta Van Fleet hanno esordito nei full legnth.

In particolare, il frontman ha parlato di un’evoluzione della band, intenta a cercare un nuovo sound, dicendo: “Sapevamo che avremmo dovuto trovare le persone giuste alle quali poterci affidare, in modo da raggiungere il sound che cercavamo. Sarà più cinematografico. Questo cambiamento riguarderà tutti i livelli per come abbiamo concepito il disco. Quasi come fossimo ripartiti da zero. The Battle At Garden’s Gate, in realtà, è l’album che avremmo voluto realizzare all’inizio. Però, non penso che allora fossimo convinti della sua efficacia. Adesso, abbiamo instaurato un rapporto con le persone che ci seguono in tutto il mondo dopo tutti i nostri tour”.

Un disco evoluto

Riguardo le differenze con il lavoro precedente, Josh ha spiegato: “Penso ci siano sicuramente dei cambiamenti. Per me, però, è davvero difficile avere una prospettiva ampia al riguardo. Quando lavori sulle cose dall’interno, poi è davvero difficile offrire una valutazione. Penso che ci siamo evoluti. Ma credo anche che ci evolviamo come persone ogni giorno, cercando costantemente di metterci alla prova, spingendoci oltre. Questo non solo a livello musicale, ma anche filosofico e spirituale”. Successivamente, il bassista e fratello di Josh, Sam, ha concluso affermando che si tratti di un lavoro complesso, a tratti oscuro ad altri brillante. Sembrerebbe che i Greta Van Fleet siano pronti a stupirci ancora con un nuovo album, a quanto pare, sbalorditivo.

Share