20 June, 2021, 04:17

Iron Maiden, la genesi di una band che si formò il giorno di Natale

Prima che nascessero gli Iron Maiden, Steve Harris aveva suonato in altre due band: Gypsy’s Kiss e Smiler. Entrato in Gypsy’s Kiss appena 10 mesi dopo aver acquistato il suo primo basso nel 1971, è passato da fan a musicista molto rapidamente. Il suo primo spettacolo è stato al Cart and Horses, un luogo che frequentava da anni ed in cui avrebbe lasciato il segno con gli Iron Maiden solo un paio di anni dopo. Dopo alcune esibizioni traballanti, il gruppo si sciolse a causa di divergenze musicali e Harris passò a quello che considerava un gruppo più professionale, gli Smiler.

Steve Harris negli Smiler

È stata la prima unione di Harris con il batterista Paul Sampson ed il cantante Dennis Wilcock. Questi ultimi hanno fatto parte degli Iron Maiden per un breve periodo, prima che venisse trovata una formazione più ferrea. La band suonava con un approccio più diretto, che era in conflitto con le crescenti ambizioni di Steve, che puntava ad una composizione e arrangiamenti più complessi. Quando iniziò a scrivere da solo i pezzi, la band non era disposta a portare il proprio suono in quella direzione. Il rifiuto di suonare una qualsiasi delle sue canzoni ha costretto Harris a separarsi dalla band ed intraprendere una nuova avventura.

Il problema con la scelta del nome Iron Maiden

Prendendo il nome dalla band dal film del 1939 “The Man In The Iron Mask”, Harris non sapeva che già esistesse una band chiamata Iron Maiden. Harris ha ricordato di aver ricevuto una telefonata da questa band, che protestava perché aveva già preso il nome, ma “Abbiamo detto loro di incazzarsi e basta”. Poco dopo, il nome Iron Maiden fu registrato sotto il nome di Harris, ponendo fine alla guerra prima ancora che fosse iniziata.

I primi Iron Maiden 

La prima incarnazione degli Iron Maiden ebbe luogo il 25 dicembre 1975, quando un Harris appena diciannovenne reclutò Dave Sullivan e Terry Rance alla chitarra, Ron “Rebel” Matthews dietro la batteria ed il cantante Paul Day, che stazionò a breve nella formazione. Il vocalist infatti fu licenziato per mancanza di presenza sul palco, una qualità che la band avrebbe poi raggiunto quando portò Bruce Dickinson all’ovile nell’autunno del 1981.

La carriera e l’eredità artistica

Da allora la formazione degli Iron Maiden ha comunque avuto diverse modifiche, con l’alternarsi di numerosi musicisti. L’unico membro fisso del gruppo è il suo fondatore Steve Harris, che da quel 1975 continua a suonare il basso, oltre che fare cori ed in alcune brani le tastiere. Ciò non di meno il gruppo si è saputo imporre nel panorama musicale a livello internazionale, tanto che ancora è un punto di riferimento per qualunque ragazzo voglia approcciarsi al genere heavy metal.

Share