19 settembre 2021 06:48 domenica

Gli accordi che ogni chitarrista dovrebbe assolutamente conoscere

Il mondo della chitarra è, sicuramente, uno dei più affascinanti nell’universo della musica suonata. Data la sua fisionomia accattivante e la moltitudine di riff famosissimi composti a partire proprio da una sei corde; quella delle persone di spingersi nei confronti dello strumento, appare come una predisposizione quasi spontanea. Le più grandi rivoluzioni socioculturali nate nel segno della musica, sono partite proprio dal suono di una chitarra. Che si tratti delle atmosfere accoglienti e, a tratti, melancoliche, di una melodia acustica o delle scariche di adrenalina della chitarra elettrica; lo strumento accomuna centinaia di migliaia, se non milioni, di musicisti in tutto il mondo. Che siate dei novizi o abbiate già mosso i primi passi sullo strumento da un po’, quest’articolo potrà fare per voi in quanto promemoria. In questa sede, infatti, abbiamo deciso di elencare alcuni degli accordi che ogni chitarrista dovrebbe conoscere.

Gli accordi che ogni chitarrista dovrebbe conoscere dall’inizio

Tanto per cominciare, di seguito elencheremo alcuni degli accordi con cui, non solo è possibile intonare alcuni dei brani per acustica più evocativi ed appassionanti mai scritti, ma soprattutto, si può, in linea teorica, cominciare ad accompagnare le proprie ipotetiche produzioni autorali. Alcuni accordi sono un must per ogni chitarrista, qualcosa che chiunque si proclami tale, deve assolutamente conoscere. Parliamo del Do Maggiore, ad esempio. La classica “scaletta” (visivamente parlando) che si compone con l’indice sul primo tasto della corda Si, il medio sul secondo tasto del Re e l’anulare sul terzo tasto del La.

Inoltre, altri accordi fondamentali sin dall’inizio sono quelli di La Maggiore; suonato premendo sul secondo tasto delle corde di Si, Sol e Re, quello di Sol Maggiore, suonato posizionando il mignolo e l’anulare al terzo tasto delle corde di Mi e Si e il medio e l’indice al rispettivamente al terzo tasto del Mi di Basso e al secondo della corda di La ed il Mi Maggiore, suonato con l’indice sul primo tasto del Sol e medio e anulare sul secondo tasto di Re e La.

Completano il quadro, il Re Maggiore, suonato con l’indice sul secondo tasto della corda Sol, l’anulare al terzo tasto del Si e il medio al secondo tasto del Mi; il La Minore, suonato trasponendo la posizione di Mi Maggiore sotto di una corda; il Mi Minore, suonato come il maggiore, ma privato del primo tasto alla corda Sol ed il Re Minore, suonato posizionando l’indice al primo tasto del Mi cantino, l’anulare al terzo tasto del Si e il medio al secondo tasto del Sol.

Fondamentali del Blues

Gran parte di coloro che si appassionano al mondo della chitarra, tendono ad avvicinarvisi attraverso le gesta dei grandi Bluesmen del presente e del passato. Alcuni accordi fondamentali possono essere imparati sin dal principio. Parliamo del Re9, ad esempio, suonato con il medio al quarto tasto della corda Re, l’indice al quinto tasto del La, anulare e mignolo al quinto di Sol e Si e del Sol7, primo tasto con l’indice della corda di Mi, mignolo al terzo tasto del Si e medio e anulare, rispettivamente, al terzo tasto del Mi basso e al secondo del La.

Share