16 May, 2021, 17:44

L’avvento del Coronavirus ha mandato al tappeto il business della musica dal vivo

Quello che stiamo vivendo è un periodo storico non indifferente. Il Coronavirus, infatti, ha letteralmente sconvolto la nostra esistenza e il nostro modo di vivere la quotidianità. Uno dei campi più colpiti è, senza ombra di dubbio, quello della musica. L’industria musicale ha subito un colpo non indifferente: gli spettacoli dal vivo e i concerti sono stati temporaneamente annullati e, purtroppo, non sappiamo ancora quando riprenderanno. Per sopperire all’assenza degli spettacoli dal vivo, molti artisti hanno virato sullo streaming, ma -come potete immaginare- l’effetto non è nemmeno lontanamente paragonabile. Le sensazioni e le emozioni che si vivono ad un concerto, infatti, sono a dir poco inarrivabili.

L’avvento del Coronavirus e le conseguenze nell’industria musicale

Forse ce ne stiamo accorgendo solo ora, ma i piccoli piaceri della vita ci mancano e come. Quelle piccole cose che -se prima sottovalutavamo- oggi rimpiangiamo con una certa nostalgia. Quando ad inizio marzo il Covid-19 ci ha costretto alla segregazione forzata, ci siamo ritrovati in uno scenario apocalittico e, giorno dopo giorno, la situazione è peggiorata, fino ad arrivare ad inevitabile declino.

Le parole del Dott. Ezekiel Emanuel sul ritorno degli spettacoli dal vivo

Anche la musica dal vivo, naturalmente, ha subito uno scossone non indifferente. Da aprile in poi, infatti, hanno completamente annullato (o rimandato) spettacoli dal vivo e concerti di qualsiasi genere. E, purtroppo, stando alle parole degli esperti ci vorrà ancora un po’ di tempo prima di rivedere i nostri idoli dal vivo. Più o meno, stando a degli studio condotti dalla Word Health Organization e visionati dal Dott. Ezekiel Emanuel, passerà almeno un anno e mezzo prima che si potranno organizzare nuovamente degli eventi musicali dal vivo.

“Beh, è davvero assurdo che la gente pensi che grandi riunioni, eventi sportivi e concerti possano riprendere a breve. Secondo noi, invece, queste saranno proprio le ultime cose a tornare. Crediamo vivamente che se ne riparlerà l’anno prossimo, nell’autunno del 2021.”

Le regole da seguire

Secondo tali voci, infatti, è praticamente impossibile sperare in una ripresa nei prossimi mesi:

“Ricominceremo si, ma piano piano. Bisogna dare precedenza agli altri, a quei tipi di lavori in cui è più facile mantenere la distanza”.

E, naturalmente, quando e se tali show ricominceranno, bisognerà rispettare delle severe regole. Innanzitutto, come è giusto che sia, bisognerà rispettare il distanziamento. Gli spettatori non potranno più posizionarsi davanti al palco come hanno sempre fatto. Alcuni movimenti come il moshing e il crowd surfing saranno vietati e, naturalmente, le zone circostanti saranno costantemente sorvegliate.

Share