14 May, 2021, 20:28

Megadeth, il bassista David Ellefson ammette: “Ecco perchè i Metallica sono più famosi di noi”

All’interno di recenti dichiarazioni, David Ellefson ha avuto modo di parlare non soltanto dei suoi riferimenti artistici, ma anche e soprattutto del successo che i Metallica hanno avuto nel corso della loro storia, paragonato a quello dei Metallica. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito del motivo che ha determinato il successo dei Metallica secondo il bassista dei Megadeth. 

Le dichiarazioni di David Ellefson sul successo dei Metallica rispetto ai Megadeth

Sono state piuttosto importanti le dichiarazioni di David Ellefson, il bassista dei Megadeth che ha avuto modo di commentare quale sia stato il successo dei Metallica e quali le determinazioni compositive essenziali che sono state osservabili all’interno dei lavori della band statunitense. Il bassista ha commentato il tutto ammettendo quanto segue: “Una cosa che abbiamo notato con ‘Kill’ Em All’ è che i tempi sono stati rallentati, e una delle cose che ho notato è che il modo in cui James suonava ‘The Four Horsemen’ era più diretto.”

E ancora, Ellefson ha aggiunto: “Anche il riff [1986] ‘Devils Island’ è stato suonato in modo diverso, c’è questo pull-off dal Mi al Si, dalla terza e dalla quinta corda, e poi quando l’abbiamo accelerato, lo abbiamo raddrizzato, più ordinato di questa composizione. Ci sono tutti questi dettagli nei riff, e col passare del tempo, anche quando ascoltavo le canzoni che Dave ha scritto con i Metallica in ‘Kill’ Em All’, ero tipo, ‘Dio, le sue canzoni erano sempre più progressive, tranne forse “Jump in the Fire”, che è piuttosto semplice. Il resto del materiale era più progressive, quindi l’anno successivo penso che Dave abbia davvero intensificato il suo modo di suonare la chitarra, ha intensificato la sua scrittura.”

Successivamente, il bassista ha parlato del successo dei Metallica e del loro rapporto con l’impianto mediatico: “I Metallica non sono stati un grande successo dove la gente diceva, ‘Oh sì, voglio essere come i Metallica’ – sarebbe stato facile. Avremmo potuto prendere 20 ragazzi che potevano farlo. Quindi non c’era nessuno, stavamo fondamentalmente inventando un nuovo suono, e così un giorno Dave prende i testi e li appende al muro, si avvicina al microfono e inizia a cantare. Non so cosa fosse, è quasi svenuto dopo averlo cantato perché non sapeva davvero come respirare, cantare e suonare – la sua faccia diventa rossa.”

David Ellefson e i suoi riferimenti artistici

A proposito di Metallica, David Ellefson ha spiegato che Cliff Burton non è stato il suo idolo principale, ma che ha trovato ispirazione in altri artisti. Queste le sue parole a proposito: “Imparare a suonare il basso sulla musica di Dave è divertente perché non sono cresciuto con il basso di Cliff Burton, sono cresciuto con quello di Ron McGovney. Non posso dire di esserci cresciuto, ma se c’è un bassista che ho sentito per primo, quello era Ron McGovney. E ho sempre detto a Ron, ‘Amico, sei il mio bassista preferito dei Metallica’ perché quello era solo il primo suono che ho sentito. E le sue parti erano un po’ semplici, un po’ come quelle che avrebbero fatto Cliff Williams [degli AC / DC] o Ian Hill [dei Judas Priest]. Sono un po’ più semplici, ma poi le chitarre suonavano davvero alla grande.”

Share