28 July, 2021, 08:34

5 band hard rock che hanno distrutto la loro carriera

Ogni band hard rock ha il proprio percorso musicale e si dirige verso una strada tutta sua. Non tutti riescono a mantenersi al massimo della loro fama sul lungo periodo. C’è chi si rovina perché al posto sbagliato al momento sbagliato e chi è alle prese con un insieme di situazioni poco fortunate. La maggior parte dei gruppi citati ha un talento davvero straordinario, ma non è riuscito a mostrarlo fino al massimo. In molti casi, la carriera di una band finisce quando i membri si rendono conto di non poter più lavorare insieme. Ecco come alcune band hard rock hanno distrutto la loro vita musicale.

Sex Pistols

Iniziamo dai Sex Pistols, conosciuti più per il loro aspetto simbolico che per la musica da loro realizzata. Fin dagli inizi, la band hard rock si è fatta notare per portare avanti un notevole spirito anarchico, messo in evidenza rispetto alla qualità delle canzoni. Dopo aver sostituito Glen Matlock, la presenza di Sid Vicious si è rivelata un disastro fin dai primi giorni. Il primo album Never Mind the Bollocks ha innescato un insieme di campanelli d’allarme, fino a quanto Johnny Rotten non decise di andarsene via dal gruppo. Che durò meno di un battito di ciglia.

Guns N’ Roses

Ecco un’altra band hard rock molto complicata. L’inizio era stato davvero fulminante, grazie ad un disco del calibro di Appetite for Destruction. Tuttavia, già il successivo Use Your Illusion fu molto più laborioso a causa della personalità troppo prorompente del frontman Axl Rose. Il tour finì rapidamente molto male, con Axl che sceglieva di presentarsi o meno ai concerti in base al suo umore. Dopo la tournée, Izzy Stradlin se n’era già andato, mentre SlashDuff McKagan erano alle prese con la tossicodipendenza. E il complesso non sarebbe mai più tornato allo splendore iniziale.

Oasis

Pensi agli Oasis e li associ con i continui litigi dei fratelli Gallagher. Liam e Noel hanno raramente trovato un accordo ideale e si sono spesso beccati a vicenda, continuando fino ai giorni nostri. Il primo voleva immergersi in una vita all’insegna degli eccessi, mentre il secondo voleva maggiore tranquillità. Un concerto a Parigi fu la goccia che fece traboccare il vaso in maniera definitiva. Mentre gli Oasis stavano per salire sul palco francese, i due fratelli litigarono in maniera estrema nei camerini e la band di Manchester lasciò i suoi fan a bocca asciutta.

Aerosmith

Negli anni ’80, gli Aerosmith erano pressoché rinati dopo la partenza di Joe Perry. La band hard rock visse un’autentica seconda giovinezza, ma durò poco. Verso la fine degli anni ’90, Steven Tyler e i suoi compagni trovarono la vetta delle classifiche grazie a I Don’t Want to Miss a Thing, una power ballad dal notevole impatto. Tuttavia, gli anni successivi non furono all’altezza e sembrava che il gruppo si fosse troppo accostato al pop rock. La spavalderia blues degli inizi non sarebbe mai più tornata.

30 Seconds to Mars

Concludiamo con una band hard rock che, rispetto alle altre, è senz’altro meno famosa. Buona parte dell’epopea dei 30 Seconds to Mars si gioca sul tentativo del frontman Jared Leto di districarsi tra le carriere di cantante e attore. Nella fase iniziale, Jared era ancora pienamente sul pezzo, nonostante avesse avuto ruoli secondari in grandi film come Fight ClubAmerican Psycho. Col passare degli anni, ha scelto di puntare più sul cinema, nonostante album di buon livello come Kings and QueensA Beautiful Lie. Oggi, la band può essere considerata semplicemente come pop rock, più simile al primo genere che al secondo.

Share