23 July, 2021, 19:17

5 album fondamentali del Progressive Rock italiano

La febbre per il Progressive Rock non colpì solo le regioni del mondo anglofone. L’Italia, infatti, rappresentò un punto nevralgico per il genere. Il Bel Paese assistette alla nascita e al repentino sviluppo del genere attraverso l’opera di alcune band straordinarie. Parliamo di artisti formidabili che, con il loro slancio proiettato verso l’avanguardia assoluta, hanno messo la firma su alcuni dei lavori più importanti nella storia della musica italiana ed internazionale. Il Progressive Rock affrontò le sue fasi di declino, in Italia, a pochi anni di distanza dalla sua scomparsa, mai realmente totale, dalla sua culla inglese. Sfuggente, complicata ed eclettica, la musica progressiva appassionò milioni di ascoltatori in poco tempo. In quest’articolo, quindi, abbiamo deciso di elencare alcuni album fondamentali del Progressive Rock italiano.

New Trolls – Concerto Grosso per i New Trolls

Ispirati da quanto fatto dai Deep Purple nel 1969 con il loro Concerto For Group and Orchestra, i New Trolls decisero di riproporre una fusione tra Rock ed orchestra del tutto personale. Nel 1971, Concerto Grosso per i New Trolls sancì un punto di svolta per la scena musicale italiana, attraverso una commistione sonora dai tratti barocchi e strabilianti. I New Trolls, col loro impeto Hard Rock, segnarono una delle pagine più prestigiose della cultura musicale nostrana.

Banco del Mutuo Soccorso – Banco del Mutuo Soccorso

Con il loro self-titled, i Banco del Mutuo Soccorso segnarono un debutto a dir poco glorioso. Ormai, la band viene considerata come una delle più importanti e originali della musica italiana. Sonorità ricercate, ispirate dai grandi della Manica, si sviluppano in maniera profondamente personale, spinte dal flusso creativo inarrestabile che diede vita alla band. Banco del Mutuo Soccorso è uno degli album fondamentali per ripercorrere la storia del Progressive Rock italiano.

Premiata Forneria Marconi – Storia di un minuto

Il primo album della PFM, trainato verso il successo dalla impetuosa e solenne Impressioni di Settembre, è un simbolo indiscusso del Progressive internazionale. Il disco, intriso di significato, affronta una tempesta emotiva travolgente, attraverso un sound imponente ed uno studio meticoloso dell’elettronica dei sintetizzatori.

Museo Rosenbach – Zarathrusta

Zarathrusta, ad opera dei Museo Rosenbach, è una gemma dal raro splendore nella storia del Prog nostrano. Parliamo di un vero e proprio cult della musica. Un disco lussureggiante, dalle sinfonie potenti e pompose, totalmente all’italiana. Una commistione aulica tra musica classica, Rock e Blues, rende Zarathrusta una pietra miliare assoluta della musica italiana.

Osanna – Palepoli

Un disco oscuro e suggestivo, diede i natali al celeberrimo Neapolitan Power; movimento culturale partenopeo, culla di artisti indimenticabili come Pino Daniele e Napoli Centrale. Furono proprio gli Osanna, con Palepoli, a dare inizio al periodo più florido per la musica napoletana e per i suoi massimi esponenti.

Share