22 settembre 2021 15:42 mercoledì

David Bowie, 5 brani per ricordare il Duca Bianco

David Bowie è stato un artista immenso. La sua memoria rimarrà impressa in modo indelebile nell’immaginario collettivo, avendo regalato al mondo alcune delle canzoni più belle nella storia musicale moderna. Il Duca Bianco ha saputo, del resto, reinventarsi fino all’ultimo, rendendo il suo lascito sempre più ampio e, soprattutto, prezioso. Stilare una classifica con le sue tracce migliori sarebbe un compito molto arduo; essendo il suo uno dei cataloghi più brillanti in assoluto. Ricordare David Bowie a 5 anni dalla morte con alcuni tra i suoi brani più belli, però, sembra doveroso in questa sede. In quest’articolo abbiamo, quindi, deciso di elencare alcune tra le canzoni più significative della sua discografia.

Space Oddity

I ferventi anni ’60 funsero, per David Bowie, da trampolino di lancio verso la stratosfera. Il non ancora Duca Bianco trascorse la maggior parte del decennio alternandosi in diverse line-up di band dalle vite brevi. Quando nel 1969, però, unì le forze con il produttore di Elton John, Gus Dudgeon, il risultato fu letteralmente epocale. Da quelle sessioni, infatti, nacque una delle canzoni che avrebbero definito l’attitudine di Bowie: Space Oddity. La meravigliosa ballata Folk sull’astronauta Major Tom che la BBC scelse come colonna sonora per lo storico allunaggio dell’Apollo 11. David, comunque, scrisse la canzone dopo essere rimasto esterrefatto dal capolavoro di Kubrick 2001: Odissea Nello Spazio.

Life On Mars?

Nel 1971, l’eclettismo di David Bowie lo spinse a scrivere un’opera evocativa come poche in soli quattro minuti di canzone. Life On Mars? è uno dei brani più apprezzati nella sua discografia e contiene una delle migliori performance vocali del Duca Bianco in assoluto. Costruita in crescendo, Life On Mars? echeggia nell’immaginario collettivo non appena si nomina David Bowie.

Rebel Rebel

Rebel Rebel uscì nel 1974, a due anni dalla rivoluzione Glam Rock con cui David Bowie stravolse i canoni stilistici del panorama musicale dell’epoca. La traccia si affermò immediatamente come un simbolo del genere. Il Duca Bianco la scrisse per un musical su Ziggy Stardust che non avrebbe mai visto la luce, ispirandosi ad un riff che Keith Richards dei Rolling Stones gli fece ascoltare.

Heroes

Tra i migliori brani per ricordare David Bowie, non possiamo non citare Heroes. Unico brano di stampo catchy nato durante le controverse sessioni berlinesi che il Duca Bianco scrisse immaginando la travagliata storia d’amore di due giovani separati dal muro che divideva la metropoli tedesca in quegli anni. Heroes divenne, in pochissimo tempo, acclamatissima e, ancora oggi, rappresenta uno dei punti più alti nella carriera di Bowie.

Under Pressure

L’iconica collaborazione tra due capostipiti assoluti della musica Rock. Under Pressure fu il risultato dello slancio istrionico di Bowie e dei virtuosismi carismatici dei Queen, messi in quell’occasione, a totale servizio del Duca. Bowie, con la sua eleganza, riuscì ad affermarsi su una band priva di compromessi e, praticamente perfetta, come i Queen, dimostrando in maniera significativa l’immensità della sua figura. Inutile dire che, alla fine, Under Pressure ne uscì come un capolavoro, capace ancora oggi di travolgere anche gli ascoltatori più scettici.

Share