20 April, 2021, 09:17

Guns N’Roses: la cover che rovinò l’amicizia tra Slash ed Axl Rose

I Guns N’Roses sono, senza ombra di dubbio, una delle band più rappresentative della scena hard rock. Il gruppo di Los Angeles, formatosi nel lontano 1985, ha venduto oltre cento milioni di dischi nel mondo, arrivando a scrivere pagine indelebili nella storia di questo genere. Come in ogni rock band che si rispetti, però, negli anni non sono certo mancati i problemi (molto spesso legati ad alcool e droghe) e gli scontri (tra gli stessi componenti della band). Oggi, a proposito di Guns N’Roses, vorremmo raccontarvi di quella volta che Axl Rose e Slash litigarono per colpa di… una canzone!

La cover di Sympathy for the Devil per il film “Intervista col Vampiro”

Per raccontarvi questa storia è necessario fare un passo indietro e tornare al 1994. I Guns N’Roses avevano da poco concluso il famigerato Use Your Illusion Tour e, soprattutto, avevano rilasciato da poco un nuovo album: ‘The Spaghetti Incident?‘. Insomma, tutto filava liscio come l’olio. Questo fino a quando non sono cominciati ad arrivare i primi problemi per il frontman della band. Axl era alle prese con una serie di accuse e problemi creatigli dalle sue ex mogli che lo accusavano apertamente di maltrattamenti fisici e psicologici.

Nello stesso periodo, poi -come se non bastasse- i Guns N’Roses si cimentarono in una cover di un iconico brano dei Rolling Stones: Sympathy for the Devil. La scelta di registrare questo pezzo -pensato per la colonna sonora del film ‘Intervista col Vampiro’– creò però non pochi scompigli all’interno del gruppo, soprattutto tra Axl Rose e Slash. In quel periodo, per mesi e mesi, il chitarrista di Hampstead e il cantautore di Lafayette comunicavano solo attraverso i rispettivi manager.

Guns N’Roses: la cover che rovinò l’amicizia tra Slash ed Axl Rose

Nel frattempo, come dicevamo, i produttori di ‘Intervista col Vampiro’ chiesero ai Guns N’Roses una collaborazione e, se da un lato Axl Rose apprezzò molto l’invito, dall’altro Slash giudicò il film estremamente noioso. Alla fine, però, il chitarrista si convinse che rivedere i Guns N’Roses insieme in studio a lavorare a qualcosa di nuovo non sarebbe stata poi una cattiva idea.

“L’unico motivo che mi spinse ad accettare -spiega il chitarrista nella sua biografia- fu riuscire a realizzare ciò che non eravamo riusciti a fare per mesi. Quella canzone avrebbe riportato i Guns N’Roses in sala di registrazione.”

Le cose, però, non andarono secondo i piani. Durante le registrazioni del brano “Sympathy for the Devil“, infatti, nacquero non pochi problemi, Innanzitutto Axl Rose non si presentò quasi mai in studio (solo per completare qualche parte vocale) e, soprattutto, criticò il lavoro di Slash, giudicando il suo assolo troppo distante da quello originale di Keith Richards. Questa, naturalmente, fu la goccia che fece traboccare un vaso già abbastanza in bilico.

Share