15 May, 2021, 21:27

Le cinque canzoni più energiche dei Linkin Park

Sin dai loro esplosivi esordi, i Linkin Park si sono affermati come un fenomeno di massa tra i giovani. Attraverso un sound travolgente ed un carisma stratosferico, la band di Chester Bennington e Mike Shinoda divenne, immediatamente, un colosso del Nu Metal. Nel corso degli anni, comunque, il gruppo ha saputo evolversi con maestria e, pur non disdegnando audaci salti nel vuoto, ha quasi sempre colto nel segno. Purtroppo, però, gli anni d’oro dei Linkin Park sono, ormai, un ricordo lontano, vista, tra l’altro, la tragica dipartita dell’iconico cantante che li teneva uniti. In ogni caso, la discografia della band è ricca di gemme meravigliose e hit intramontabili; la stragrande maggioranza di esse, ispira ancora migliaia di giovani a spingersi verso generi come Rock e Metal. In questa classifica, abbiamo elencato alcune tra le canzoni più energiche nella discografia dei Linkin Park.

No More Sorrow

No More Sorrow è l’ottava traccia del terzo album dei Linkin Park, Minutes To Midnight; rilasciato nel 2007. Il brano si apre con una introduzione alla chitarra suonata da Brad Delson, interrotta dalla voce inconfondibile di Chester. Il brano fu, per lungo tempo, un cavallo di battaglia della band. Batterie tuonanti e riff pesantissimi fanno di sfondo alla linea vocale graffiante di Chester Bennington, rendendo questa traccia a dir poco scioccante.

Faint

Faint fu il secondo singolo estratto dal fortunatissimo secondo album dei Linkin Park, Meteora, del 2003. Il brano, tra i più evocativi nella discografia della band simbolo del Nu Metal, non ha certo bisogno di presentazioni. Il riff di apertura, iconico, è stato omaggiato in diverse occasioni da numerosi gruppi ed artisti, anche non appartenenti alla comunità di riferimento. La strumentale, che raggiunge il climax nel ritornello, buca il mix con potenza, mentre le linee del ritornello, rimangono impresse nell’ascoltatore sin dalla prima volta.

Papercut

Da loro glorioso album di debutto del 2000, Hybrid Theory, Papercut non solo è una delle canzoni più energiche nella discografia dei Linkin Park, ma anche una delle più amate sia dagli appassionati più esigenti che dai meno avvezzi. Con il motivo iniziale, riproposto nei punti in cui la grinta raggiunge il suo picco all’interno della canzone, Papercut è un classico senza tempo del Nu Metal; nonché un’icona assoluta nel catalogo della band.

One Step Closer

La seconda traccia di Hybrid Theory rappresenta, praticamente, una tappa obbligata in questa classifica. One Step Closer nasce nel pieno segno delle sonorità che hanno reso grande il Nu Metal. Lyrics psicotiche ed una strumentale furente compongono una canzone straordinaria, una vera e propria scarica d’adrenalina in pieno petto; sempre sorprendente dal primo all’ultimo secondo.

In The End

A chiudere l’articolo, una scelta per certi versi inaspettata. In The End è una pietra miliare della musica contemporanea. Trattasi, di una delle canzoni più famose di sempre, dalle melodie profonde e dalle atmosfere, a tratti, struggenti. Ciò nonostante, In The End sa essere particolarmente energica, specie nel suo ritornello esplosivo.

Share