19 settembre 2021 06:54 domenica

U2, perché hanno scelto “Iris (Hold me Close)” come titolo del loro brano?

Solitamente il titolo di una canzone è la prima chiave d’accesso al testo. E’ importante per la comprensione dello stesso, e a volte aggiunge un significato supplementare. In alcuni casi però, è anche molto evocativo. In questo caso potremmo citare una delle canzoni più “giovani” degli U2, uscita nel 2014: “Iris (Hold me Close)”. Ecco il motivo per cui questa canzone porta questo nome e la persona cui si riferisce.

Songs of Innocence: l’inizio di un grande progetto

Songs of Innocence è il tredicesimo album in studio degli U2. In un’intervista fatta a Bono Vox e riportata nella Repubblica del settembre del 2014, ritroviamo delle precisazioni sul disco. Si tratta di un album che non vuole approfondire temi precedenti, bensì rifarsi a questioni molto più importanti, come i rapporti tra gli umani, l’importanza della famiglia. Sarà inoltre il punto d’inizio di un progetto molto più importante: Songs of Experience. 

Chi è “Iris” della canzone degli U2: il ricordo della madre di Bono

Molto spesso la musica e la stesura dei testi sono un modo per chi li compone di mettere per inciso le sue emozioni e i suoi sentimenti. In questa canzone degli U2 il riferimento è alla madre di Bono. Morì quando il cantate aveva solo 14 anni, a causa di un aneurisma celebrare. Queste le parole di Bono a Rolling Stones“Quarant’anni fa, mia madre cadde al funerale di suo padre e non ho più parlato con lei”. La rabbia segue sempre il dolore, e ne ho avuto molto, e ancora, ma l’ho incanalato nella musica e lo faccio ancora. Ho pochissimi ricordi di mia madre e ne ho messi alcuni in una canzone chiamata ‘Iris.'”

 

Share