6 dicembre 2021 06:16 lunedì

Quando i Red Hot Chili Peppers suonarono i Led Zeppelin

I Red Hot Chili Peppers il 2 febbraio del 2014 si esibirono -così come Bruno Mars- durante il celeberrimo show dell’intervallo del Super Bowl e, per l’occasione, pensarono ad un qualcosa di più unico che raro: eseguire una cover di uno storico brano dei Led Zeppelin.

La FNL (Federazione di Football americano) quell’anno volle dare un nuovo volto allo show dell’intervallo e, per questo, scelse di affidarsi al caro vecchio rock per riavvicinare il grande pubblico all’evento. La scelta di puntare sui Red Hot Chili Peppers, quindi, non fu affatto casuale. Dopo le critiche ricevute per le esibizioni di Beyoncè e Madonna, gli organizzatori dell’evento decisero infatti di virare verso un sound più vicino al rock e quanto più lontano possibile dal pop.

Durante lo show del Super Bowl i Red Hot Chili Peppers si cimentarono quindi in una cover di uno storico brano dei Led Zeppelin: ‘Dazed and Confused‘. Svoltosi il 2 febbraio del 2014 al Metlife Stadium di East Rutherford nel New Jersey lo show dei Red Hot Chili Peppers -accompagnati da Bruno Mars- riscosse un successo straordinario.

Dazed And Confused, composto originariamente dall’artista folk Jake Holmes, è contenuto nell’album omonimo di debutto dei Led Zeppelin ed è, naturalmente, uno dei pezzi più celebri ed amati dell’intera discografia della band britannica.

Share