R3M
LIVE

Gli album punk-rock (dimenticati) che non dovresti farti sfuggire

Per nostra fortuna possiamo contare su una quantità smisurata di materiale punk rock e oggi come oggi, anche grazie a internet, questo genere musicale è accessibile praticamente a tutti. Essendoci anche parecchi sottogeneri del punk, capita spesso di imbattersi in band i cui album sono praticamente scomparsi dalla circolazione, dimenticati dal mondo. Stiamo parlando, naturalmente, di quelle band che dopo uno slancio iniziale hanno inevitabilmente perso il loro appeal. Andiamo quindi a scoprire gli album punk-rock (dimenticati) che non dovresti farti sfuggire.

Gli album punk-rock (dimenticati) che non dovresti farti sfuggire: The Brains, The Brains

Iniziamo questa speciale classifica degli album punk rock (dimenticati) che non dovresti farti sfuggire con i Brains e il loro album omonimo del 1980. Conosciuto soprattutto per la traccia “Money Changes Everything” -scritta da Tom Gray e rese celebre qualche anno dopo da Cyndi Lauper– l’album è intriso di punk rock, psichedelia , new wave e perfino heavy metal.

Primary Colors, Eddy Current Suppression Ring

Quando sei una band emergente del panorama punk non hai tante scelte: devi farti notare e presentare il tuo sound con coraggio. Gli Eddy Current Suppression Ring -band rock australiana nata nel 2003- hanno scelto di attirare l’attenzione dei loro colleghi semplicemente attraverso la potenza del loro volume. Uno dei lavori più interessanti della band garage punk è sicuramente Primary Colors.

Michael & Miranda, The Passions

Conosciuti soprattutto per il loro successo “I’m in love with a german film star“, i Passions hanno riscosso un discreto successo verso la fine degli anni settanta. Il loro primo album in studio –Michael & Miranda, datato 18 aprile 1980- è stato giudicato dalla critica come ‘uno dei più grandi suoni che il post punk ha da offrire‘.

Mass Nerder, All

Continuiamo questa speciale classifica degli album punk rock (dimenticati) che non dovresti farti sfuggire con “Mass Nerder” degli All. Rilasciato dalla band hardcore punk nel 1998, l’album presenta canzoni non più lunghe di due minuti ed un sound molto più evoluto rispetto ai primi lavori.

Mush, Leatherface

Se da un lato il punk ha goduto di grandi rinascite negli Stati Uniti, dall’altro -nel Regno Unito- la sua eredità è stata certamente meno sentita. E, a tal proposito, i Leatherface sono stati probabilmente l’ultima grande formazione punk britannica. Il loro più grande lavoro è, senza ombra di dubbio, l’album del 1991 Mush: al suo interno si mescolano perfettamente l’heavy metal degli anni ottanta e purissimo punk rock.

Articoli correlati

Condividi