R3M
LIVE

Manifestanti russi caricati dalla polizia cantano “Zombie” a squarciagola: il video è di una potenza inaudita

In questi giorni di confusione, contrasti e disordini i social rappresentano uno strumento fondamentale per mostrare la realtà difficile che stiamo vivendo. Quanto sta accadendo in Ucraina ha coinvolto tutti, che cercano di informarsi anche attraverso i social su cosa succede lì e non solo. Anche in Russia ci sono disordini, manifestazioni di chi non condivide le scelte di Putin o di chi semplicemente giustamente vorrebbe la pace. Su Instagram soprattutto girano diversi reel, uno in particolare che troviamo sulla pagina di Repubblica, vede dei manifestanti russi cantare una canzone rock: Zombie. Ma perché proprio questa canzone?

Zombie, la profondità della canzone dei Cranberries

Zombie è probabilmente il brano più famoso della band irlandese Cranberries. Un cavallo di battaglia conosciuto anche grazie all’iconico video ufficiale, dove vediamo Dolores O’ Riordan completamente dipinta d’oro circondata da bambini in un riferimento a San Sebastiano. Il testo per quanto enigmatico e particolare si configura come un intenso inno contro la guerra. Zombie è una delle canzoni contro la guerra più famose. Secondo varie congetture si riferirebbe a varie cose a crebbe diversi riferimenti: la morte di due ragazzi (Jonathan Ball e Tim Parry) in un attentato dell’IRA a Warrington, in Inghilterra, la rivolta di Pasqua del 1916, in generale la difficile situazione del periodo in Irlanda del Nord. Dolores O’ Riordan ha poi spiegato che in realtà è solo l’attentato di Warrington il protagonista:

Zombie fu scritta nello stesso periodo della bomba di Warrington nel Regno Unito. Non riguarda veramente l’Irlanda del Nord. Riguarda un bambino che è morto per colpa della situazione dell’Irlanda del Nord.

I manifestanti russi cantano “Zombie”

Nei video che sono stati diffusi possiamo vedere dei manifestanti russi mentre sono portati via dalla polizia. In quel frangente. Osi drammatico decidono di cantare tutti assieme proprio Zombie a squarcia gola. La potenza di queste immagini è incredibile, perché dimostra come la musica possa unire e quanto la canzone ancora abbia da dire in questi tempi. Il coraggio di questi manifestanti commuove e stupisce.

Another head hangs lowly
Child is slowly taken
And the violence, caused such silence
Who are we mistaken?But you see, it’s not me
It’s not my family
In your head, in your head, they are fighting
With their tanks, and their bombs
And their bombs, and their guns
In your head, in your head they are crying
.

Articoli correlati

Condividi