gtag('config', 'UA-102787715-1');

Elvis Presley: 5 aneddoti incredibili sulla vita della leggenda del rock

Elvis Presley è noto a tutto il mondo per aver cambiato l’industria musicale e la storia della musica dal momento dell’uscita della sua prima canzone “That’s All Right Mama” nel 1954, vendendo un miliardo di copie e guadagnando così il podio della classifica degli artisti solisti con più vendite nella storia. Alla sua figura sono legate molte storie ed aneddoti, vediamone alcuni.

Elvis Presley e la sua passione per i cavalli

Nel corso degli anni ’60 Elvis decise di sfogare la sua passione per i cavalli acquistando una proprietà da far diventare il suo ranch. Sul terreno era già presente un edificio da abbattere, così Elvis pensò di realizzare uno dei suoi sogni di bambino affittando un mezzo da cantiere con palla da demolizione. Una volta abbattuta la costruzione, essendo di legno, decise di dare fuoco ai resti. Notando il fumo qualcuno chiamò i pompieri che arrivarono a spron battuto. Questi dissero ad Elvis che non era permesso fare una cosa del genere, soprattutto senza permesso e l’unica risposta che trovò il cantante fu un classico “Fuck off!”.

Elvis Presley e le Cadillac

Nel corso degli anni ’70 le eccentricità di Elvis si fecero più grandi. Un giorno decise di recarsi ad una concessionaria Cadillac per regalare alcune auto ai suoi amici più vicini. Mentre era all’interno della struttura vide una donna ammirare un’automobile dalla vetrata, così uscì e le chiese se le sarebbe piaciuto diventare proprietaria di una Cadillac e la risposta fu ovviamente positiva. “Bene, allora ecco qua, è tua” disse staccando l’assegno. La voce si sparse ed alcune persone si recarono alla concessionaria. A fine giornata Elvis aveva acquistato più di venti Cadillac.

Elvis Presley e quella volta che sparò a una TV

Sempre negli anni ’70 Elvis era seduto in poltrona guardando tranquillamente la tv. Finito il programma che stava guardando cambiò iniziò a fare zapping, ma non riusciva a trovare nulla di suo gradimento. A quel punto decise di risolvere il problema alla radice: prese una pistola, aggiustò la mira e sparò allo schermo! Tra l’altro se mai vi capiterà di andare Memphis e visitare Graceland, avrete la possibilità di vedere questo televisore in esposizione.

Quella volta che Elvis Presley ricevette minacce di morte

Nel corso delle sue tournèe degli anni ‘70 poteva capitare che Elvis ricevesse minacce di morte. Una di queste serate, mentre Elvis era sul palco, due uomini piuttosto corpulenti riuscirono ad eludere la sorveglianza arrivando sul palco e alla vista del cantante gli corsero contro. Elvis allora mise in mostra la sua conoscenza del karate e con due calci fece cadere gli uomini dal palco per poi continuare ad inveirgli contro, mentre un membro dalla band cercava di trattenerlo. Alla fine si scoprì che i due non erano aggressori, ma fans con un modo di fare un po’ troppo irruento.

Elvis  Presley venne nominato sceriffo

Forse non tutti sanno che Elvis ammirava molto la polizia, facendosi vari amici appartenenti alle forze dell’ordine. In questo modo ottenne diverse badge e venne nominato sceriffo onorario di varie città, tra cui Memphis quella in cui viveva. Non erano nomine fittizie, ma gli davano dei poteri affettivi. Un giorno da casa sua; Graceland, sparirono alcuni oggetti e, dopo una breve indagine con il suo entourage, pensò di aver localizzato il colpevole. Scoprì però che questo ragazzo stava per prendere un aereo, allora Elvis non perse tempo: salì in auto e si precipitò all’aeroporto! Grazie all’autorità di sceriffo riuscì ad accedere alla pista di decollo in auto ed a fermare l’aereo appena in tempo. Fece scendere il ragazzo sospettato, il quale venne portato alla polizia, risultando innocente.

 

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com