gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 artisti che senza Michael Jackson non esisterebbero

Sappiamo tutti che Michael Jackson è il re del pop e già questo basta a definire la sua grande influenza nella cultura musicale. Anche dopo la sua scomparsa, il suo talento unico e lo stile inconfondibile incantano pubblico e critica. Jackson è sicuramente debitore verso molti artisti che lo hanno ispirato, primo fra tutti James Brown. A sua volta, ovviamente, il re del pop ha influenzato tanti altri artisti. Tantissimi cantanti attuali non esisterebbero se non ci fosse stato Michael Jackson. Ne abbiamo selezionati cinque.

Madonna

Anche se Madonna è nata nel 1958, così come Michael Jackson, quest’ultimo l’ha influenzata moltissimo. C’è da considerare che Jackson iniziò la sua carriera giovanissimo, quindi, pur essendo coetanei, Madonna ebbe il primo vero successo negli anni 80, quando la carriera del re del pop era già avviata. L’artista ha più volte spiegato quanto profondamente la musica di Jackson la abbia aiutata. È anche merito suo se viene chiamata “la regina del pop“.

Britney Spears

E parlando di cariche, la “principessa del pop” deve forse più di tutti a lui. Il modo di gestire le performance live che hanno reso famoso Michael Jackson viene sovente imitato da Britney Spears e non lo ha mai negato. Un’altra ispirazione per la cantante è stata la sorella di Jackson, Janet che a sua volta naturalmente non sarebbe mai stata un’icona pop senza la grande influenza del fratello.

Lady Gaga

Anche se nel suo nome ha fatto un tributo di fatto ai Queen, non ha mai nascosto la sua immensa ammirazione per il re del pop. Ha acquistato all’asta una serie di abiti del cantante, che custodisce gelosamente. Ha dichiarato che Born this way è ispirato a Madonna, ma anche a Jackson.

Bruno Mars

A differenza degli altri artisti che hanno unito diverse influenze, Bruno Mars ha davvero solo un unico maestro ed è proprio il re del pop. Sono state riscontrate diverse somiglianze tra i due, a volte fin troppo marcate: lo stile di danza, il timbro e la tecnica della voce e il fatto che entrambi hanno unito al pop altri generi come il funk, il soul, ecc. Alcuni fan di Jackson non sono molto d’accordo, ma diversi critici lo acclamano come suo degno erede.

Justin Timberlake

Ha avuto la fortuna di realizzare un duetto postumo con la sua grande ispirazione: nel 1983 Jackson aveva realizzato Love never felt so gold che viene pubblicata postuma per l’album Xscape nel 2014, in duetto proprio con Justin Timberlake. Ha collaborato anche con Janet Jackson, memorabile la scandalosa esibizione durante la quale le scoprì addirittura il seno.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.