gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 canzoni che il capotasto rende più facili da suonare alla chitarra

Nel corso degli anni, il mondo della chitarra ha subito le innumerevoli trasformazioni dettate dal progresso della musica e, soprattutto, della tecnologia che vi gravita intorno. In questo modo, la strumentazione messa a disposizione per i musicisti ha raggiunto dei picchi di comodità e maneggevolezza straordinari, capaci di diminuire drasticamente la fatica e le frustrazioni dell’utilizzatore. Ancora oggi, l’universo della sei corde è in costante movimento, alla ricerca di punti di svolta definitivi capaci di modificare profondamente il volto della musica suonata.

Va detto, però, che a dispetto delle premesse, spesso i puristi dello strumento tendono a non vedere di buon occhio l’introduzione di strumenti all’avanguardia; arrivando a scagliarsi anche su accessori, diventati ormai di uso comune tra i chitarristi, come il capotasto. Si tratta di un oggetto che, ad oggi, figura fin dalla prima ora tra gli accessori di un musicista. Attraverso il capotasto, è possibile evitare di suonare gli accordi in barré; alzando la tonalità dei brani che si stanno eseguendo e, soprattutto, diminuendo la distanza tra le corde ed il manico, tecnicamente chiamata action, in modo da ridurre al minimo gli sforzi dell’utilizzatore.

Molte canzoni, ormai, risultano molto più facili da suonare alla chitarra servendosi del capotasto. Parliamo di brani che, altrimenti, andrebbero eseguiti per mezzo di accordi dalla diteggiatura singolare e, talvolta, particolarmente intricati. In questa classifica, abbiamo deciso di raccogliere alcune delle canzoni Rock più facili da suonare alla chitarra servendosi di un capotasto.

5) The Eagles – Desperado

Trasporre una frase eseguita al piano sulla chitarra risulta, quasi sempre, un compito arduo. A semplificare l’opera del chitarrista in Desperado degli Eagles, subentra il capotasto. Ponendolo al quinto tasto della chitarra, è possibile eseguire in maniera abbastanza facile il brano degli Eagles alla chitarra; visto che nelle strofe, vengono utilizzati alcuni accordi dalla diteggiatura complicata che, con l’accessorio, si trasformano in accordi aperti; semplificandone ulteriormente l’esecuzione. Desperado, comunque, non è l’unica canzone degli Eagles più facile da suonare alla chitarra attraverso il capotasto. La loro pietra miliare più evocativa, Hotel California, infatti, prevede alcuni accordi molto particolari nell’introduzione; a meno di non servirsi dell’utilissimo accessorio.

4) The Who – Baba O’Riley

Ascoltando attentamente il leggendario brano degli Who, si ha quasi l’impressione che Pete Townshend l’abbia scritta suonando una chitarra acustica. Per dare potenza ad una possibile esecuzione unplugged di Baba O’Riley, basta servirsi di un capotasto posto al primo tasto, in modo da aumentare la tonalità di mezzo tono e dare alle corde un suono più brillante e definito.

3) Aerosmith – Dream On

Dream On è una delle Power Ballad più belle di tutti i tempi. La storia del Rock deve molto agli Aerosmith, avendo messo la firma su alcune gemme dal raro splendore; talvolta abbastanza intricate da riproporre. Mettendo il capotasto al primo tasto, Dream On diventa più facile e diretta da suonare alla chitarra, pur riproponendo gli stessi accordi, a mezzo tono in più rispetto all’originale; semplificando, più che la diteggiatura, il pattern ritimico della mano destra.

2) Bruce Springsteen – Born To Run

Born To Run è uno dei brani più evocativi di Bruce Springsteen. Il Boss del Rock consacrò il suo nome all’eternità proprio attraverso l’omonimo album, del 1975. La canzone, comunque, si compone di una melodia abbastanza intricata. Con il capotasto ad elevarla di un tono, la traccia diventa molto più intuitiva, essendo possibile suonarla attraverso gli accordi aperti.

1) Simon & Garfunkel – Bridge Over Troubled Water

Per il brano, vale lo stesso discorso di Desperado. Rendere giustizia ad un fraseggio scritto al pianoforte attraverso la chitarra, può essere molto difficile, specie su uno strumento acustico. Riprodurre le armonie eteree di cui la traccia si compone rappresenta una bella sfida anche per i chitarristi più navigati. Montando il capotasto all’ottavo tasto, però, Bridge Over Troubled Water diventa una delle canzoni più facili da suonare con la chitarra.

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)