gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 concerti rock che hanno cambiato la storia della musica

Nel mondo della musica e del rock in generale, quella dei concerti risulta essere una componente fondamentale, sia per lo sviluppo artistico e culturale di un determinato artista, sia per il confronto continuo che una band può avere con il suo pubblico, o tenendo responso e, soprattutto, ritorno in termini di guadagno e attrazione da parte di fan e non solo. Per questo motivo, la storia della musica può essere stata cambiata, se non da altri elementi, proprio da concerti che hanno fatto la storia, e che hanno portato alla creazione di miti artistici e culturali, ancora oggi ricordati e venerati. Vogliamo parlarvi di quelli che sono i cinque concerti rock che ha cambiato la storia della musica.

Monterey Pop Festival

Il primo tra i 5 concerti rock che hanno cambiato la storia della musica non può che essere il Monterey Pop Festival, considerato come una delle tre manifestazioni più importanti di Sempre nell’ambito della storia della musica. Il concerto in questione, che ha visto l’esibizione di alcune delle personalità più importanti nell’ambito della storia della musica, Jimi Hendrix in primis, è divenuto celebre in virtù non soltanto della presenza di alcuni artisti che hanno fatto la storia, ma anche e soprattutto per alcune determinazioni che sono stati alla base del successo di questo concerto, oltre che di un cambiamento artistico e culturale che c’è stato dal 1967 in poi.

Il Monterey Pop Festival è il concerto in cui Jimi Hendrix ha dato fuoco alla sua chitarra, al termine di un esibizione spettacolare che l’ha visto suonare il suo strumento con qualsiasi parte del corpo, per poi oltraggiare lo stesso tra lo stupore generale che ancora risultava essere lontano dalla comprensione di un fenomeno che diventerà emblematico nell’ambito della storia della musica. E che dire dell’esibizione dei Who, protagonisti di un esordio artistico negli Stati Uniti che non poteva essere migliore?

Festival di Woodstock

Cedendo all’ovvio, tra i 5 concerti che hanno cambiato la storia della musica non può che essere incluso anche il Festival di Woodstock. Parliamo della realtà artistica e musicale più celebre di sempre, sviluppatasi in 4 giorni di pace amore e musica e che si è concretizzata attraverso l’esibizione di alcuni degli artisti più importanti di sempre. Spiegarvi nel dettaglio quali siano stati i motivi del successo del Festival di Woodstock risulterebbe essere riduttivo, oltre che ridondante rispetto a ciò che vi abbiamo già detto in più occasioni.

Live Aid

Anche attraverso il Live AID non si può che parlare di uno dei 5 concerti rock che hanno cambiato la storia della musica. Il concerto di beneficenza, fortemente voluto e finanziato da Bob Geldof, è stato sviluppato in due città differenti, e ha visto l’esibizione di alcuni artisti celebri, come David Bowie, Led Zeppelin, Queen e tanti altri ancora. Tutti ricordiamo della celebre esibizione che, in circa 20 minuti, la band capitanata da Freddie Mercury tenne nel contesto di Wembley, dominando artisticamente la manifestazione musicale e ergendosi, in un 1985 che sembrava essere inizio del declino dei Queen, a padrona del palco.

In generale, al di là delle singole esibizioni, il Live AID è stato capace di instaurare una cultura rivoluzionaria nel modo di fare e pensare la musica, che da quel momento in poi è sempre stata più vicina a questioni di attualità.

Monsters Of Rock

Concerto di grandissimo valore, oltre che di grandissimo successo, è stato quello del Monsters Of Rock, che si è svolto all’interno del Tushino Airfield di Mosca, di fronte ad un pubblico di un milione di persone. La manifestazione artistica che si è svolta in più anni ha visto il suo picco nel 1991, data la presenza di AC/DC, Metallica e Pantera, che hanno contribuito a fare la storia della musica, soprattutto all’interno di un contesto che era stato piuttosto estraneo alla realtà del rock nel corso degli anni dell’Unione Sovietica.

Pink Floyd a Venezia

Ultimo tra i 5 concerti che hanno cambiato la storia della musica è, senza dubbio, il concerto dei Pink Floyd a Venezia. Le realtà strutturali e le diverse difficoltà organizzative che ci sono state alla base del concerto stesso non hanno cancellato il grandissimo capolavoro che la band ha offerto all’interno della laguna veneziana, cambiando il modo di concepire e osservare, oltre che ascoltare, la musica in concerto, attraverso un vero e proprio processo rivoluzionario che ha avuto pochi, se non nessuno, pari.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.