gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 concerti rock finiti male

Nel corso della storia del rock non ci sono stati soltanto concerti che hanno avuto esiti felici e che hanno conosciuto il giubilo da parte del pubblico; talvolta, infatti, alcuni concerti hanno avuto un impatto incredibilmente negativo sulla carriera di alcuni artisti, a causa di momenti da dimenticare e dinamiche che che hanno avuto esito tragico. Vogliamo parlarvi di concerti rock che sono finiti male e che hanno dato vita a vere e proprie tragedie. Ecco quali sono i cinque concerti rock in questione di cui vogliamo parlarvi. 

Led Zeppelin a Milano il 5 luglio del 1971

Il primo tra i concerti rock che sono finiti male e di cui vogliamo parlarvi non può che essere il concerto dei Led Zeppelin a Milano, che ha visto la formazione rock britannica esibirsi in un contesto particolarmente difficile, dettato da scontri, violenze e polemiche di grandissima entità. La band, ovviamente, è stata penalizzata da queste stesse e ne ha subito le conseguenze, rendendo la propria esibizione particolarmente ridotta in termini di tempistica.

Nonostante i tumulti, comunque, la band decise di esibirsi e anticipare il suo spettacolo, destando particolare clamore, e con un atteggiamento di sfida si presentò sul palco, pur abbandonandolo dopo circa 30 minuti. Non di certo una delle pagine più felici della storia della musica della band, che ha deciso di non tornare più a suonare dal vivo in Italia.

Il concerto dei Who a Cincinnati

La tragedia che si verificò in occasione del concerto dei Who a Cincinnati è stata dettata da una serie di errori, che hanno riguardato effettivamente l’organizzazione dell’evento; con soltanto una sola apertura prevista a fronte di diverse possibili (che avrebbero garantito un confluire migliore della folla al concerto), gli spettatori iniziarono ad accalcarsi di fronte all’entrata.

Quando la band realizzò il soundcheck, non fu più possibile contenere gli spettatori che – credendo che il concerto fosse iniziato in anticipo – iniziarono a pressare per entrare, provocando la morte di 11 persone e il ferimento di 26. La band non seppe nulla prima della fine del concerto.

I Pearl Jam al Roskilde Festival

Terzo tra i cinque concerti rock finiti male è quello dei Pearl Jam al Roskilde Festival, che vide la formazione statunitense di fronte a 50mila persone, vogliose di trascorrere una giornata all’insegna della gioia e della buona musica. Purtroppo non fu così, a causa delle difficili condizioni del terreno fangoso, che fece scivolare numerose persone, tra cui 9 ragazzi che – a causa della ressa – morirono schiacciati dal pubblico che non si accorse della tragedia. La morte delle persone in questione turbò particolarmente i Pearl Jam, che misero a rischio la loro carriera dichiarando che nulla sarebbe più stato lo stesso.

Altamont Free Concert

Probabilmente, in questo caso, ci ritroviamo di fronte al caso più eclatante di concerti rock finiti male; il concerto, che vide – tra gli altri – la partecipazione dei Rolling Stones, fu dettato dalla presenza della famigerata banda degli Hells Angels, assoldati in cambio di birra per garantire la sicurezza al concerto. Il clima teso di alcol e droga costò la vita a un giovane ragazzo afroamericano, Meredith Curly Hunter Jr. che, nel tentativo di avvicinarsi al palco, decise di difendersi dagli Hells Angels con una pistola, venendo accoltellato dalla banda stessa.

Guns N’ Roses al Monsters Of Rock (Inghilterra)

Ultimo tra i concerti rock finiti male è stato quello dei Guns N’ Roses al Monsters Of Rock, tenutosi in Inghilterra di fronte ad una folla di circa 100mila persone. Nonostante gli inviti a garantire la sicurezza, pronunciati dal palco direttamente da Axl Rose, due spettatori persero la vita calpestati dalla folla e, nonostante l’intervento della sicurezza che sospese il concerto, non ci fu nulla da fare.

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.