5 epici momenti nella carriera di Dave Grohl, tra Nirvana e Foo Fighters

Eh si, il cantante dei Foo Fighters assomiglia incredibilmente al batterista dei Nirvana. Non c’è che dire, la carriera di Dave Grohl è abbastanza invidiabile. A soli 16 anni fa un provino per una delle sue band preferite, gli Scream, ed entra nella formazione. Milita come batterista dei Nirvana fino al 1994, accanto alla leggenda del grunge Kurt Cobain. Poi da quell’anno, dopo la tragica scomparsa del cantante, diventa fondatore e cantante dei Foo Fighters. Che piaccia o meno, che lo si trovi sopravvalutato o no, Dave Grohl ha raggiunto grandi traguardi nella propria vita, superando un periodo in cui tutti i grandi eroi della musica sembravano eclissarsi senza rimedio. Cerchiamo oggi di ripercorrere 5 momenti epici nella carriera di Dave Grohl.

Foo Fighters a Cesena

“Ciao Cesena, volete cantare una canzone?” gridano i Foo Fighters dal palco del Carisport. E il concerto non può che iniziare con Learn to Fly, il pezzo che i mille musicisti avevano suonato per invitare la band nella propria città. Quando mai succederà una cosa del genere ancora? Un gruppo di fama internazionale che modifica il proprio tour per rispondere all’appello dei fan. E Dave Grohl, assiso sul suo trono di chitarre con una gamba infortunata, lo sa bene.  “È la prima volta che ci capita di fare una cosa del genere in vent’anni, e poteva accadere solo in Italia”. Due ore e mezza di show, con una scaletta continuamente sconvolta e inframmezzata da improvvisazioni e jam session, non sono sufficienti per il cantante dei Foo Fighters. Dave Grohl decide di presentarsi anche all’afterparty al Teatro Verdi per poi salire sul palco, chitarra in mano, e improvvisare una jam session.

Nirvana cacciati dal party per Nevermind

Che Dave Grohl sia uno a cui piace scherzare non è mai stato messo in dubbio. E a quanto pare tutti i membri dei Nirvana lo erano – sebbene la tradizione ci abbia rimandato un’immagine ombrosa e scura di Kurt Cobain. Prima di diventare delle star internazionali, lui e Dave Grohl vivevano assieme, consumando cibo surgelato e sparando con un fucile a salve nella casa fatiscente di fronte. Grohl dormiva su un divano molto più corto del suo corpo, con la testa sotto la vasca delle tartarughe di Kurt Cobain. Dopo l’uscita di Nevermind, i Nirvana si videro catapultati tra le leggende della musica mondiale. Ma quello spirito fanciullesco non era facile da controllare. Durante il party per celebrare l’uscita dell’album infatti, Dave, Kurt e Krist contrabbandano del liquore all’interno della festa. Ma prima che chiunque se ne accorga, Cobain inizia a lanciare della salsa a Krist alla quale segue una battaglia con il cibo. Un buttafuori caccia i Nirvana, ignaro che il party fosse in loro onore. Stavamo ridendo”, ha ricordato Krist, “Continuavamo a dire “Oh mio dio, siamo stati appena cacciati dal party per l’uiscita del nostro cd!’”

Dave Grohl e l’album da polistrumentista

Probabilmente questa è storia ma merita sicuramente di essere menzionata tra i momenti più epici del cantante dei Foo Fighters. Dopo la morte di Kurt Cobain e la fine dei Nirvana, si vociferava che Dave Grohl si sarebbe unito ai Pearl Jam o a Tom Petty & The Heartbreakers. Invece il batterista fondò una nuova band. Fun Fact: inizialmente si trattava di un progetto solista in cui Grohl si occupava di tutte le parti strumentali e vocali. Registrò da solo una demo che piacque alla Capitol Records e che venne pubblicata come disco d’esordio dei Foo Fighters, dal titolo omonimo. Il nome della band e dell’album venne coniato durante la Seconda Guerra Mondiale. Significa “oggetti volanti non identificati”.

Foo Fighters e la vittoria del primo Grammy

Dal 1995 ad oggi i Foo Fighters hanno fatto moltissima strada. Dave Grohl non ha mai avuto intenzione di portare avanti una one-man band, così che pubblicato l’album d’esordio si mise a cercare altri musicisti. Dopo il completamento della formazione definitiva e le nominations a due Grammy per il primo e il secondo album, Dave Grohl e compagni si aggiudicano il premio solo nel 2001. Trionfano nella categoria Best Rock Album con There is Nothing Left to Lose. E Best Short Form Music Video con Learn to Fly.

Dave Grohl sul palco con leggende della musica

Come dimostri al mondo di aver raggiunto la fama e il riconoscimento dal mondo musicale? Condividendo il palco con vere e proprie leggende della musica. Dave Grohl non conquista solamente popolarità e premi con i Foo Fighters, ma taglia moltissimi traguardi personali. Nel 2003, in occasione dei Grammy Awards, sale sul palco del Madison Square Garden con Bruce Springsteen e Elvis Costello. Per non farsi mancare nulla, nel 2012 al MusiCares Person of the Year Tribute il cantante dei Foo Fighters condivide la scena con Paul McCartney. Se tutto questo non è epico non so cosa sia!

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.